CONDIVIDI

Gobbato  Pomigliano
Il Pomigliano va ko al debutto in campionato nel girone H edizione 2014-15. Il neopromosso Gallipoli espugna il Gobbato, privo del suo zoccolo duro a causa di una squalifica rimediata in Coppa Italia l’anno scorso e da scontare nel corso di quest’anno solare (i granata ricordiamo che sono usciti al primo turno di Coppa Italia 2014-15 e quindi avrebbero dovuto scontarla l’anno venturo). Uno stuolo non indifferente di tifo granata è assiepato sulla stazione ferroviaria posta nei pressi dell’impianto di via Ravenna.
Seno manda nella mischia Panico dal primo minuto, con Somma e Marasco a completare il terzetto avanzato: nelle retrovie la coppia Rea-Follera pronta ad agire per vie centrali, con Parentato a destra e Di Finizio a sinistra. A metà campo Pingue-Pontillo-Russo a causa della squalifica di De Rosa. I granata provano a giocare palla a terra e a combattere per recuperar palla a centrocampo. Ma al 27’ sono i padroni di casa a sbloccare l’equilibrio, sfruttando a meraviglia una palla rinviata in modo sporco a Follera. Tedesco si coordina e “uccella” Di Costanzo con una parabola beffarda all’incrocio dei pali. Azione viziata da un fallo non fisciato su Di Finizio. Il Pomi prova a rendersi pericoloso, ma la punizione velenosa di un Marasco in versione gladiatore finisce il suo corso d’un soffio a lato.
Nella ripresa granata pervengono al pari grazie ad un rigore procurato per fallo su Rea: Panico dagli 11 metri beffa il proitere apulo e pareggia i conti. Per proteste Legari si fa espellere. Ma è proprio in 11 vs 10 che arriva la doccia gelida con Volpicelli, che batte Di Costanzo con una conclusione bella, ma non certo irresistibile. Nell’occasione la difesa granata è tagliata a fetta da una rapida ripartenza in inferiorità numerica del team ospite.

Salvatore Alligrande