CONDIVIDI

pomigliano

In casa Pomigliano si sogna ancora il ripescaggio in Lega Pro. Dopo la salvezza all’ultimo respiro contro il Due Torri in campionato e la vittoria della Coppa Italia di categoria, patron Pipola sogna il grande balzo in avanti. Impresa difficilissima, ma non impossibile, anche se c’è un problema legato alle infrastrutture.Il tecnico Biagio Seno, intanto, è alle prese con la penultima settimana di lezioni a Coverciano dove è stato ammesso al corso per l’abilitazione ad “Allenatore Professionista di 2°categoria Uefa A” indetto dalla F.I.G.C. Il trainer granata, contattato durante il corso in terra toscana, ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’esperienza che sta maturando in queste settimane in quella che è, a tutti gli effetti, l’università delle teorie calcistiche nostrane. «Dal punto di vista professionale è davvero un’esperienza importantissima – ha detto Seno – è vero che siamo impegnati per 8-9 ore al giorno, però questo è uno step importantissimo per chi, come me, crede fortemente nell’idea di migliorare ogni giorno sul campo. Il confronto continuo con personalità del calcio è davvero un elemento di grande importanza: bisogna aggiornarsi continuamente per essere al passo con i cambiamenti del calcio moderno». CURIOSITA’ – Seno viaggia in macchina con mister Amorosetti e mister Grimaldi. Le stesse aule che frequentano i tre allenatori nostrani sono frequentate da gente del calibro di Cristian Brocchi, Vigiani, Mirko Savini, Damiano Zenoni, Raffaele Longo, Giovanni Cervone – solo per citarne alcuni. In totale i futuri allenatori dovranno cumulare 192 ore di lezione: tra gli ex calciatori di serie A ammessi a partecipare spiccano anche l’ex Inter e Bologna Jonatan Binotto, l’ex Lazio e Livorno Alessandro Grandoni, l’ex Inter e Torino Luca Antonino Mezzano, l’ex Frosinone Cannarsa e l’ex Siena e Livorno Stefano Argilli.

Salvatore Alligrande