CONDIVIDI
Palermo's head coach Bruno Tedino during the Serie B match between US Citta di Palermo and Novara Calcio at Stadio Renzo Barbera on October, 20, 2017 in Palermo, Italy.Mike Palazzotto

Un pareggio che vale una vittoria e il primato in solitaria. L’Empoli si salva al 94′ contro il Cittadella (1-1) e stacca il Frosinone sconfitto dal Perugia anche a ritorno (1-3). Il Palermo non va oltre lo 0-0 sul campo della Pro Vercelli. La squadra di Tedino resta a -5 dalla vetta, ma non più in solitaria, bensì in coabitazione con il Bari. In coda risorge l’Ascoli nello scontro diretto con il Cesena (2-1). Fra le campane: bene l’Avellino (2-1 al Novara), malissimo la Salernitana, sconfitta dallo Spezia (3-0) nell’anticipo del venerdì.

BENNACER- Nel big-match di giornata, Andreazzoli  rischia di perdere l’imbattibilità al Tombolato contro il Cittadella. Steccano i gemelli del gol Caputo e Donnarumma,  non sbaglia, invece, Kouame per i veneti. Ma all’ultimo respiro, ci pensa il nazionale algerino Bennacer a salvare i suoi e a regalare il primato in classifica. Per il Cittadella è una doccia fredda. Dopo aver imbrigliato alla grande la squadra più in forma del torneo e aver sognato l’aggancio al terzo posto, i veneti subiscono anche il sorpasso del Bari.

LA BESTIA NERA- Il Frosinone perde la vetta e anche l’imbattibilità interna. Contro il Perugia, i padroni di casa giocano alla grande, passano in vantaggio con Soddimo, sbattono sull’ex Leali, subiscono il pareggio di Cerri, poi Soddimo rovina tutto con l’espulsione e nella ripresa il Perugia mette la freccia con Musacchio e chiude i giochi nel finale con Buonaiuto. E’ un ko amaro e immeritato contro la bestia nera che bissa il successo dell’andata.

GAVAZZI SHOW- Infortuni, brevi rientri e ancora ritorno ai box. Tanta sfortuna in questa stagione per Gavazzi. L’esterno biancoverde, però, si è messo alle spalle tutte le disgrazie della prima parte del torneo con una doppietta stupenda e decisiva. Prima ha segnato con un gran tiro dalla distanza, poi, dopo il momentaneo pareggio di Calderoni, ha replicato con un tiro al volo su cross dalla destra che ha condannato il Novara e regalato all’Avellino una bella boccata d’ossigeno.

IL RITORNO- Il cambio di panchina non porta punti alla Ternana. L’arrivo di De Canio restituisce stimoli e voglia di fare alla squadra umbra, ma non smuove la classifica. Al Liberati passa anche il Bari che s’impone per 2-1 con le reti di Henderson e Marrone, intervallate dalla marcatura di Defendi. Per De Canio il cammino verso la salvezza è più in salita che mai.

LA PERLA- Tante nomination per il gol più bello di giornata, ma alla fine il vincitore è proprio Ismail Bennacer che al 94′ avvia l’azione, riceve il pallone su tacco di Veselj, manda fuori tempo un paio d’avversari fuori tempo in area di rigore e scarica con forza il pallone in rete. Gol stupendo, decisivo ai fini della classifica e disperato. Era l’ultima azione della partita.