CONDIVIDI

Tanti gol, diversi espulsi e qualche sorpresa. Il 17mo turno di Serie B non delude. Anzi. Ne approfitta il Parma per raggiungere momentaneamente in testa il Bari, grazie al 3-0 alla Pro Vercelli. Il Frosinone si ferma sul 3-3 interno contro il Cesena, mentre l’Empoli non va oltre l’1-1 a Novara. Risale la Cremonese (1-0 allo Spezia), cade a Brescia la Salernitana.

IMPRESA- La cura Castori funziona eccome. Il Cesena strappa un punto incredibile al Matusa nonostante l’inferiorità numerica. Laribi lancia due volte i romagnoli, ma il Frosinone risponde e ribalta il risultato. Sembra finita, ma il Cesena ha 7 vite e un Jallow in più che regala l’insperato pari finale.

CARTELLINI ROSSI- Cinque espulsi in questo turno di serie B tutt’altro che banale. Cartellini rossi decisivi, come a Parma, riequilibranti come a Pescara, ma anche ininfluenti come a Frosinone. Insomma, in questa serie B nulla è scontato. Nemmeno il vantaggio numerico è una garanzia.

TREDICI- Dopo 13 anni Agnelli torna a segnare in Serie B. Trasforma il rigore che rianima il Foggia contro il Cittadella. Ma si tratta di un fuoco di paglia: passano 60” e Litteri riporta avanti gli ospiti che nella ripresa chiudono i conti con Kouame. Il Cittadella vola in classifica, sul Foggia piovono fischi.

SFIDA EPICA- Pescara e Ternana, ovvero Zeman contro Pochesci. Moduli e stili diversi in panchina: i silenzi glaciali di Zeman, la lingua velenosa e colorita di Pochesci. Ma questa volta lo spettacolo è stato anche in campo: 3-3 il risultato finale. Una gara pirotenica, uno scatolone che contiene 3 partite in una: prima fase dominata dal Pescara, la seconda tutta di marca degli ospiti, infine la rimonta finale dei padroni di casa. Morale della favola? 6 gol fatti, 2 espulsi, 1 punto a testa. Spettacolo.

LA PERLA- Torna Paulinho e la Cremonese vince. Ci pensa il brasiliano a regalare la vittoria ai grigiorossi a 3′. Paulinho entra al posto dell’infortunato Mokulu (a proposito, in bocca al lupo) e segna con una girata spettacolare in area di rigore avversaria. Gol pesantissimo e, ovviamente, bellissimo.