CONDIVIDI

Torna in vetta il Palermo che passa con autorità al Partenio (1-3), il Parma si arrende a Carpi (2-1), Empoli e Frosinone si spartiscono la posta in palio, cade tra le mura amiche il Venezia contro il Novara (1-3). Male anche l’altra campana: la Salernitana cede sul campo del Cittadella (2-1).

IL RISCATTO- Prima i titoloni sui giornali con il rischio fallimento, poi la sonora sconfitta interna contro il Cittadella. Sembravano in tanti pronti a suonare il de profundis per il Palermo. Invece, la squadra di Tedino ha reagito e ha asfaltato 3-1 l’Avellino, pur giocando dal 36′ del pt in 10. Un successo che vale la vetta.

IL DERBY-  Per chi è nato negli anni ’80 il derby tra Parma e Carpi sembrava una chimera. Troppa la differenza di categorie per immaginare che un giorno si sarebbero affrontate. Beh, dopo il fallimento del Parma e la promozione del Capri in massima serie, l’irrealizzabile è diventato concreto. Nel primo derby in B, ha prevalso il Carpi con merito. Per una volta la provincia ha avuto ragione della città.

DILUVIO ZEMAN-  Crollo senza attenuanti per il Pescara. A La Spezia la squadra di Zeman perde 4-0. Un ritorno alle origini, almeno per le reti subite. Ma vedere gli abruzzesi incapaci di segnare in due delle ultime 3 gare suona tanto come un campanello d’allarme per il boemo.

LA SORPRESA- Cade a sorpresa il Venezia contro il Novara. Per Pippo Inzaghi doveva essere la partita giusta per tornare in vetta. Un’occasione d’oro fallita. Merito di un Novara pratico, ordinato e con un Da Cruz in giornata monstre. L’olandese apre le danze, raddoppia Dickmann, Falzerano accorcia, ma ci pensa a Macheda in extratime a chiudere i giochi. Missione compiuta per Corini che dopo il Palermo, colleziona anche lo scalpo del Venezia.

LA PERLA- Il Frosinone si mangia le mani. Nell’anticipo del venerdì, i ciociari passeggiano al Castellani fino al 3-0, ma poi si fanno rimontare sul 3-3 negli ultimi minuti. L’ unica consolazione per la squadra di Longo è la rete straordinaria di Dionisi che da “casa sua” fulmina il portiere dell’Empoli con un missile terra-aria.