CONDIVIDI

Cambia ancora la vetta in serie B. Adesso in testa c’è il Frosinone che batte il Parma 2-1. Il Palermo si ferma all’Adriatico (2-2) contro il Pescara e viene raggiunto dalla Cremonese (2-3) allo Zaccheria. Salernitana e Bari si spartiscono la posta in palio.

LA TRIPLETTA- Un esordio col botto, poi si era fermato. Ma alla tredicesima giornata Giancarlo Malcore è risorto e ha affossato l’Ascoli con una tripletta decisiva nel 4-2 finale del Carpi che ora naviga a vista in zona play-off.

LA DOPPIETTA- Da una tripletta a una doppietta. Da Malcore a Jallow, un altro attaccante. Il bomber cesenate illude Castori con due reti, poi, però, la squadra romagnola si addormenta e si fa raggiungere dall’Entella e resta ultima in classifica ma non più da sola. E con Castori in panchina il ruolino di marcia è migliorato nettamente: 9 punti in 6 gare.

LA PROTESTA- Il Foggia non decolla e non riesce a scappar via dalla zona pericolante. Contro la Cremonese arriva un’altra sconfitta interna. I tifosi locali non gradiscono e scelgono una forma di protesta civile, ma al tempo stesso dura. Si girano e danno le spalle ai loro beniamini.

L’ASSURDO- Per 85′ Brescia-Venezia è stata una partita senza troppi sussulti. Ma a 5′ dalla fine si è accesa. Caracciolo ha illuso i padroni di casa, due minuti dopo ci ha pensato Pinato a pareggiare i conti. E a 1′ dalla fine Falzerano ha regalato al Venezia di Pippo Inzaghi una vittoria incredibile che la proietta al secondo posto a pari punti con il Palermo.

LA PERLA- Il gol più bello di giornata lo realizza Rossi della Salernitana. Davvero pregevole la seconda marcatura del granata: mezza sforbiciata di suola che supera il portiere avversario.