CONDIVIDI
Amato Ciciretti Benevento

Clamoroso al Partenio: l’Avellino stende il Verona (2-0) e consegna la vetta del campionato al Frosinone vittorioso contro il Carpi (1-0). Il cuore del Trapani non conosce ostacoli: sotto di due gol ad Ascoli pareggia in extremis. Vittoria in rimonta per il Benevento sul Latina, tutto facile per la Spal sul campo dell’Entella (0-3).

IL COLPO- L’Avellino conquista la palma dell’impresa di giornata. Dopo un primo tempo equilibrato, i biancoverdi battono il Verona 2-0 grazie alle reti di Paghera su calcio di rigore e di Verde. Hellas incapace di reagire. Pecchia perde la leadership del torneo e deve fare i conti anche con l’infortunio di Romulo.

L’AGGRESSIONE- In due ore si consuma il bello e il brutto di questa giornata stupenda per l’Avellino. Poco prima dell’inizio del match, Toni e il presidente del Verona Setti sono stati accerchiati da una quindicina di balordi che hanno colpito la macchina sulla quale viaggiavano. Tanta paura, ma per fortuna nessuna conseguenza per le vittime

LA SCIARPA- Gesto rivoluzionario al Piola: i giocatori del Novara sfoggiano prima del match la sciarpa della squadra. E’ un gesto per avvicinare città e tifosi. L’appello però non porta fortuna perchè il Novara non va oltre il pari contro il Cittadella.

COEFFICIENTE DIFFICOLTA’- Amato Ciciretti segna il gol più difficile del pomeriggio con una traiettoria dalla linea di fondo che sfida le leggi della fisica. Stupendo e utile, perchè vale tre punti contro il Latina.

LA PERLA DI CIANO- Ciciretti segna il gol più difficile, Ciano il più bello. La sua punizione scrosta via le ragnatele della porta di Micai e permette al Cesena di conquistare un punto prezioso contro il Bari. Giù il cappello per il giocatore cresciuto nelle giovanili del Napoli.