CONDIVIDI

La Pro Vercelli interrompe la corsa della Spal. E’ questo il risultato più clamoroso di giornata. Un Bari incerottato vince in rimonta con l’Avellino e si rilancia in zona play-off. Tre punti anche per lo Spezia che torna al successo contro il Perugia. Suicidio finale della Salernitana (1-2) contro il Carpi.

LE RADICI- Fedele sigla la doppietta che regala i tre punti al Bari contro l’Avellino. L’italo-svizzero non fa sconti alla squadra della città da cui proviene suo padre. E meno male che non doveva giocare per via di un ginocchio malconcio.

CHE PRO- La Pro Vercelli manda al tappeto la Spal, la compagine più in forma del torneo, almeno fino a ieri. Primo tempo equilibrato, poi nella ripresa i padroni di casa si scatenano con Emmanuello, Mora e Palazzi. Di Bonifazi il gol della bandiera per gli ospiti.

IL SUICIDIO- All’Arechi succede di tutto: la Salernitana resta in 10 per l’espulsione di Coda, l’eroe del Matusa. Nella ripresa il Carpi passa in vantaggio con Di Gaudio, ma subito dopo viene ristabilita la parità perchè Sabbione si fa cacciare fuori per doppia ammonizione. I padroni di casa pareggiano immediatamente con una punizione di Rosina deviata da due giocatori del Carpi (l’ultimo è Gagliolo). Sembra un 1-1 scritto, ma al 90′ Bifulco, lo scugnizzo di Scampia, gela Bollini e la Salernitana.

LA TELENOVELA- Cade il Pisa di Gattuso, reduce da una settimana molto complicata. Non è una novità: le vicende societarie stanno condannando il Pisa giornata dopo giornata. Sembrava tutto fatto per il passaggio societario, ma poi è saltato tutto. Gli ultras nerazzurri hanno provato anche a fermare il pullman della squadra diretto a Cittadella per la partita di oggi. I Gattuso’s boys sono scesi lo stesso in campo e sono stati sconfitti. Lasciano il Tombolato a testa alta, così  come l’allenatore. La società no.

LA PERLA- Tanti gol belli in questo 19° turno. Meraviglioso il bolide sotto l’incrocio dei pali di Bisoli jr, ma la palma del più bello va a Samuel Di Carmine che stoppa il pallone in area e con le spalle alla porta gira nel sette. Rete stupenda e con un coefficiente di difficoltà elevato.