CONDIVIDI

Il Verona cade nel derby contro il Vicenza, ma il Frosinone non ne approfitta perchè perde in casa (1-3) contro la Salernitana. Vince la Spal contro lo Spezia che aggancia in classifica proprio il Frosinone e il Benevento, fermato sull’1-1 al Partenio. Tanti colpi di scena in coda: il Latina rimonta  in 9 ad Ascoli, il Trapani va sotto al 92′ e pareggia al 94′ contro l’Entella.

LA NEBBIA- A inizio ripresa cala il nebbione al Menti. Il gioco non è emozionante e si vede poco o nulla. Ma alla fine il risultato è clamoroso: il Vicenza vince con un gol di Galano e affossa la supercorazzata Verona, priva di Pazzini.

IL RISCATTO- La Salernitana espugna a sorpresa il Matusa. Fa tutto o quasi Coda: l’attaccante prima devia maldestramente nella porta sbagliata un cross di Soddimo, poi si riscatta e serve la doppietta che regala i tre punti alla Salernitana e abbatte il Frosinone.

REMUNTADA- A poco più di un quarto d’ora dal termine, Ascoli-Latina sembrava già scritta: padroni di casa avanti 2-0 e in superiorità numerica. Poi il Latina accorcia al 28′ della ripresa, ma all’89’. Pare finita qui, ma al 95′ Scaglia regala un punto incredibile agli ospiti.

LA PERLA- Il gol più bello di giornata è di Coda: cross dalla sinistra e colpo di esterno dell’attaccante che trafigge Bardi: Salernitana avanti 2-1 al Matusa. Poi Coda si ripeterà all’85’, mettendo il punto esclamativo sul match.

SOUVENIR DI BRIENZA- Venerdì si è giocato l’anticipo Pisa-Bari terminato a reti inviolate. Emozioni con il contagocce: la traversa di Lores Varela e la maglia di Brienza. Il giocatore del Bari viene trattenuta e la manica della sua divisa si allunga di quasi un metro. Situazione paradossale, ma l’arbitro non ha visto niente. Eppure non c’era la nebbia di Vicenza.