CONDIVIDI

Il Verona perde la testa. I gialloblu crollano in casa (0-4) contro il Novara che si riscatta dopo una prima parte di stagione deludente. Il Benevento batte il Cittadella e fa un mezzo favore proprio alla squadra di Pecchia. La Salernitana vince in rimonta (4-2) contro la Ternana, l’Avellino strappa un buon punto sul campo del Cabassi. Vince ancora il Frosinone.

IL POKER- Il Verona non è imbattibile. E’ questa la sentenza che arriva dal Bentegodi. Il Novara vince, stravince e convince. Segnano un po’ tutti i big: Viola, Faragò e Galabinov. Boscaglia si riprende il Novara e puntella la sua panchina.

LA QUARTA- Quattro gol del Novara, quarta vittoria consecutiva per il Frosinone che si sbarazza dell’Ascoli per 3-1 e vola al secondo posto in classifica. Mattatore del match Soddimo, autore di una doppietta. Ma è tutta la squadra di Marino a strappare applausi al Matusa. E a convincere anche i più scettici.

SOLIDARIETA’- Sono tanti i temi di Perugia- Trapani. Il botta e risposta a 6’dalla fine: Nicastro illude, Coronado pareggia. Il ritorno di Serse nella città che lo ha lanciato nel calcio che conta. Ma soprattutto c’è l’operazione solidarietà della società umbra che devolve il 30% dell’incasso ai terremotati e ospita sugli spalti una delegazione di sfollati. Il Perugia non vince, ma conquista 3 punti di stima.

LE SCARPETTE- Boscaglia finalmente può sorridere dopo la vittoria al Bentegodi. Ma strappa anche qualche sorriso per le sue calzature: un paio di scarpette da calcio nero e giallo “fluo”. Se era per scaramanzia, hanno portato decisamente bene.

LA PERLA- E’ di Massimo Coda il gol più bello di giornata. Il centravanti della Salernitana dimostra di sapere fare gol anche fuori area e su punizione. il suo calcio piazzato dai 25 metri è imparabile. La Salernitana pareggia e poi vince in rimonta.

 

Mariano Messinese