CONDIVIDI

Una sorpresa e una conferma. L’Entella travolge il Brescia 4-0 e si porta a-2 con il Cittadella dal Verona, impegnato oggi  contro il Trapani in un testacoda ad alta tensione. Colpo dell’Ascoli a Carpi, si aggrava la crisi del Cesena, sconfitto a Frosinone. Torna al successo il Benevento nel big-match contro lo Spezia, la Salernitana non sfonda contro il Pisa. Lunedì tocca all’Avellino in trasferta a Ferrara contro la Spal.

IL NUMERO UNO- Ha attraversato tutto lo stivale per raggiungere il tacco d’ Italia. Da Vercelli a Bari: 965 km per sostenere la Pro al San Nicola. Si è accomodato nel settore ospiti e non ha faticato a trovare posto, perchè era solissimo. Alla fine la sua squadra del cuore ha perso. Però l’anonimo tifoso ha strappato tanti applausi e l’affetto della curva barese che gli ha anche offerto da bere.

TRAGEDIA SFIORATA- Giornata ricca di gol, con un retrogusto al sapore di paura. Al 15′ di Cittadella- Latina, Boakye si scontra con Pasa. L’ex attaccante di Sassuolo e Juve resta a terra immobile. Viene trasportato d’urgenza in ospedale. Le notizie sono però confortanti. Coraggio, Richmond.

LO SPETTACOLO- Sette gol fatti, tante occasioni sprecate e un finale di partita incandescente. Di sicuro gli spettatori del Liberati non si sono annoiati. Anche se a gioire sono solo i tifosi di casa, visto che la Ternana batte 4-3 il Novara e abbandona temporaneamente l’ultimo posto in classifica.

LA PERLA- Kouame entra al 68′ di Cittadella-Latina e 6 minuti segna il gol più bello di giornata: controllo difettoso, palla rubata però all’avversario e botta di collo dai 20 metri che s’insacca nel sette. Meraviglioso e decisivo.

LA CAMICIA- Il Benevento ritrova la vittoria dopo un lungo digiuno. Un gol di Chibsah decide la sfida contro lo Spezia. Per l’occasione Baroni sfoggia una vistosa maglia della tuta rossa con macchie nere. L’effetto finale è una via di mezza tra il mimetico e la coccinella. Buongusto portami via.

Mariano Messinese