CONDIVIDI
Fonte internet

Voto 10 al cuore grande del Napoli:

Gabbiadini (f.i.)
(Gabbiadini) fonte internet

Senza Higuain e Sarri il Napoli abbatte la rivale Verona con un secco 3-0. Gabbiadini si dimostra all’altezza del pipita, Manolo di certo non è l’ultimo arrivato e forse in serie A giocherebbe ovunque; i punti di distacco dalla Juve restano 6, sono tanti è vero ma fin quando ci sarà da battagliare gli azzurri risponderanno presente.

Voto 9 ai punti del Chievo:

I 44 punti del Chievo sono un bottino ricco per Maran che ha costruito una squadra gagliarda e frizzante. Pellissier dimostra ancora la sua classe con un gol d’autore, i veronesi sono a 5 punti dal sesto posto che vale l’Europa e questo è già un grande traguardo.

Voto 8 alla prima di Simone Inzaghi:

Il meno celebrato dei fratelli Inzaghi bagna il suo esordio in panchina con una netta vittoria sul campo di Palermo. Simone come suo fratello Pippo ha fatto una piccola gavetta dalle giovanili (attualmente sembra il modo più veloce per arrivare in A) in queste giornate si giocherà la conferma in vista del prossimo campionato.

Voto 7 al Genoa:

Qualche settimana fa raccontavamo di un Genoa in netta difficoltà, ad un passo dal baratro e pronta a cadere. Gasperini ci ha tenuto a smentirci e con una serie di risultati è arrivato a quota 40 punti, in pratica alla salvezza. Complimenti!

Voto 6 all’Empoli:

Torna finalmente alla vittoria l’Empoli di Giampaolo che fa suo il derby con la viola. La vittoria in casa Empoli mancava addirittura da gennaio, questi tre punti sono però una giusta ricompensa per i tifosi dopo tanta attesa. Per una settimana l’Empoli è padrona della toscana.

Voto 5 alla Roma:

Nel Monday night di serie A la Roma di Spalletti inciampa contro il Bologna. Un pareggio che la tiene lontana dal Napoli e dalla qualificazione diretta alla champions, la nota positiva sono i 6 punti di vantaggio dall’Inter che rappresentano una seria ipoteca sul terzo posto.

Voto 4 alla Fiorentina:

La Fiorentina è naufragata ad Empoli per l’ennesima volta nelle ultime settimane, la sensazione è che a fine anno ci sarà una rivoluzione in casa viola. Sousa è sempre più richiesto sul mercato e alla fine potrebbe accettare le lusinghe estere; prima però dovrà conquistare un posto in Europa che ora come non mai non è più così certo.

Voto 3 Agli scontri di Palermo:

Potevano mancare gli scontri degli ultras in questo campionato? La risposta ovviamente è no! Senza voler dare troppo risalto a questi manigoldi, esprimiamo il totale disprezzo per i fatti avvenuti prima di Palermo-Lazio.

Voto 2 all’undicesimo cambio di Novellino:

Altro giro altro esonero, via Novellino dentro Ballardini. Zamparini regala sempre nuove sorprese, l’undicesimo cambio in panchina è forse un record; avrebbe fatto meglio a mettere sotto contratto dodici allenatori, uno per mese, almeno avrebbe risparmiato sugli esoneri.

Voto 1 alla fine di Mihajlovic:

Berlusconi stupisce tutti anticipando l’esonero di Mihajlovic con un paio di mesi di anticipo. La panchina del Milan ora andrà a Brocchi, l’ennesimo allenatore esordiente in serie A, altro che moda questa è proprio la nuova mania del calcio nostrano. Mihajlovic paradossalmente lascia dopo l’ottima prova con la Juventus, evidentemente il presidente rossonero aveva già deciso da tempo.

Vincenzo Torino