CONDIVIDI
(fonte internet)

Voto 10 al Sassuolo:

La perla di Sansone (f.i.)
La perla di Sansone (f.i.)

E’ un Sassuolo da Europa quello che ha battuto la Juventus al Mapei Stadium, la squadra del tecnico Di Francesco ha  superato del tutto l’esame di maturità. La punizione di Sansone è un capolavoro che ricorda quelle del vecchio numero 10 della Juve, Alex Del Piero. Parlare ancora di salvezza sarebbe un insulto per questa squadra, magari alla fine dei giochi l’Europa non arriverà, ma di certo chiunque dovrà fare i conti con questo Sassuolo.

Voto 9 al Frosinone:

I ciociari in casa sono una garanzia, terza vittoria di fila e quota dieci punti superati. Stellone non ha di certo tra le mani una squadra dal grande tasso tecnico, ma un paio di “cavalli di razza” ci sono come gli attaccanti Dionisi e Ciociari, il resto è un collettivo di gregari che sta lottando con il coltello tra i denti per restare in serie A.

Voto 8 alla conferma di Mandorlini:

Confermare Mandorlini dopo dieci giornate di campionato non era affatto scontato, il presidente Setti ha concesso con grande sorpresa ancora una chance al tecnico. Mandorlini ha ancora qualche bonus da spendere,in fondo lui è il corsaro che ha guidato il Verona dalla Lega Pro alla A. Adesso il destino è nelle sue mani, occorre fare da subito punti, altrimenti andrà inevitabilmente in scena una nota abitudine di tutti i presidenti di calcio, l’esonero.

Voto 7 a Torino-Genoa:

Il turno infrasettimanale spesso regala qualche partita “pazza”, il 3-3 tra Torino e Genoa conferma questa abitudine. Sorpassi e controsorpassi  fino al 94’, lì Laxalt ha deciso di chiudere la contesa con un colpo di testa che ha sorpreso la retroguardia del Toro.

Voto 6 a super Handanovic:

Il portiere sloveno con una parata “felina” allo scadere conferma di essere uno dei migliori portieri del mondo. Una parata di puro istinto che riporta il sereno in casa nerazzurra, a volte ci si dimentica che anche i portieri portano punti, e in questa Inter degli 1-0 Handanovic ne porta parecchi.

Voto 5 alla serata di Gervasoni:

Disastroso arbitraggio per Gervasioni in quel di Reggio Emilia, la Juve recrimina per un rigore mancato e per l’espulsione non concessa al difensore Acerbi dopo la gomitata a Dybala. Decisamente una serata da dimenticare per Gervasoni, una delle poche decisioni giuste è stata l’espulsione di Chiellini, per la gioia degli juventini.

Voto 4 al Bologna:

Inevitabilmente è arrivato anche l’esonero di Delio Rossi dopo la sconfitta contro l’Inter. Il calcio è strano, se Destro inquadrava la porta staremmo parlando di altro, non lo ha fatto e paga Rossi. Sicuramente avrà sorriso Ljajic che dopo i fattacci di Firenze contribuisce all’esonero del suo vecchio tecnico con l’assist al bacio per Icardi.

Voto 3 alla Lazio:

La Lazio proprio non riesce a spiccare il volo lontano dall’Olimpico, questa sta diventando una fastidiosa abitudine per Pioli. La squadra si trasforma lontano da Roma, l’autogol di Basta di certo non ha aiutato. Gongola Reja, etichettato da Lotito come bollito, si è preso la sua personale rivincita a distanza di qualche anno.

Voto 2 al Carpi:

Dopo la vittoria all’esordio per Sannino sono arrivate solo sconfitte. Era sotto gli occhi di tutti che il problema del Carpi non fosse Castori, la favola del Carpi si sta trasformando in un incubo, a Gennaio la presidenza dovrà spendere tanto sul mercato, ma potrebbe anche non bastare.

Voto 1 alla Juventus:

La peggiore partenza della Juve dall’epoca dei tre punti per vittoria, la capolista Roma dista ben 11 punti e tra le due c’è un mare di squadre. Allegri potrebbe aver detto addio all’obbiettivo scudetto già ai primi di Novembre, nel prossimo turno arriverà il derby con il Torino, una sconfitta potrebbe farlo vacillare. Manca un leader in questa squadra, è scaduta anche la scusa del tempo, il campionato corre veloce, molto meno la Juve.

Vincenzo Torino