CONDIVIDI

Voto 10 a Napoli-Fiorentina:

(fonte internet)
(fonte internet)

Sicuramente la partita più entusiasmante dell’intero campionato,  poca difesa e tanto calcio propositivo per le due squadre. Al termine della contesa ne esce il Napoli vincitore, la Fiorentina però non esce affatto dimensionata, Sousa può ritenersi soddisfatto, per una volta non è il risultato che conta.

Voto 9 all’usato sicuro:

Sergio Pellissier è ormai al limite della propria carriera eppure offre ancora emozioni e grandi giocate, il gol di tacco contro il Genoa è un vero lampo di classe, da vedere e rivedere. Evidentemente a Verona provano queste soluzioni, infatti poche settimane fa Meggiorini sfornò un assist di tacco, che abbia imparato dal buon “vecchio” Pellissier?

Voto 8 al Frosinone:

Vittoria preziosa per il Frosinone che sta evidentemente prendendo confidenza con il campionato di serie A. Merito di Stellone che fin dalla prima giornata ha cercato di ottenere punti attraverso le prestazioni, senza chiudersi in difesa con il classico catenaccio provinciale, il lavoro sta pagando.

Voto 7 al cuore genoano:

Il Genoa era reduce da un periodo non certo facile, e per come si era messa la partita  poteva anche continuare, invece il Genoa ha reagito di orgoglio e cuore, sotto di un gol e con un uomo in meno è stata capace di ribaltare la partita in zona cesarini, vittorie così valgono più di tre punti.

Voto 6 al Palermo:

Vittoria salva-panchina per Iachini che può tornare a sorridere dopo alcuni passaggi a vuoto,  Vasquez è sempre più il faro dei siciliani, è lui il vero erede di Dybala, Zamparini gongola, in estate avrà un altro “cavallo” di razza da vendere.

Voto 5 al derby d’Italia:

Doveva essere la madre di tutte le partite e invece Inter- Juve ha offerto uno scialbo 0-0. Bene l’Inter nel primo tempo, meglio la Juve nel secondo, escono tutti scontenti al triplice fischio finale, soprattutto i tifosi che però hanno saputo offrire un grande spettacolo sugli spalti, peccato che il meglio dovrebbe accadere nel rettangolo di gioco.

Voto 4 alla Lazio da trasferta:

La Lazio lontana dall’Olimpico è sempre in difficoltà, questa volta i biancocelesti cadono al Mapei Stadium contro il Sassuolo; sconfitta spianata dalla “furbata” di Cannavaro, ma la sconfitta non si spiega solo così, Pioli deve trovare una soluzione, se si vuole tornare in Europa bisogna vincere e convincere anche in trasferta.

Voto 3 alla Samp di Zenga:

Doveva essere la partita del rilancio e invece si rivelato un buco nell’acqua la trasferta in terra ciociara. La Samp ha fatto vedere davvero poco, solo un palo di Muriel e poco altro, forse Zenga ha peccato un po’ di presunzione in questa gara.

Voto 2 al Milan:

Il Milan proprio non trova la via del successo, Mihajlovic le prova tutte ma alla fine non basta mai, la classifica dopo otto giornate è già deficitaria, i tifosi sono esasperati e  a Torino hanno contestato la squadra. Sinisa dovrà quanto prima far “legna” in vista dell’Inverno, la prospettiva al momento è glaciale,la vetta è lontana e la salita da percorrere appare troppo ripida per questo Milan.

Voto 1 al Bologna:

Altro giro e altra sconfitta per il Bologna di Delio Rossi che è sempre più in bilico, già si fanno i nomi dei vari Donadoni e Prandelli per il futuro, la società vuole scongiurare una nuova retrocessione dopo quella di due anni fa, al momento l’unica soluzione sembra proprio quella dell’esonero, se non altro per dare una scossa a tutto l’ambiente.

Vincenzo Torino