CONDIVIDI

Voto 10 alla Fiorentina:

(fonte internet)
(fonte internet)

Bella e spietata la viola di Sousa. L’inter è stata annichilita dai toscani per tutti i 90’ minuti, la fiorentina è stata abile nel saper sfruttare tutti gli errori dei neroazzurri, il primato in classifica alla fine della sesta giornata è ben meritato.

Voto 9 al rilancio del Napoli:

Sabato  di passione al San Paolo, il Napoli con la vittoria sugli “arcirivali” juventini ha riportato entusiasmo nella città intera. Una vittoria meritata con due reti dei gioielli Higuain e Insigne, proprio lo scugnizzo napoletano sta dimostrando tutta la sua classe, per lui sono già tre i gol in questo avvio di stagione, peccato per l’infortunio alla metà del primo tempo.

Voto 8 al cuore Toro:

Vittoria sofferta per il Torino che ha chiuso addirittura in 9 contro il Palermo. Eccezionale il gol del giovane Benassi, il suo tiro al volo ricorda un po’ le reti di Van Basten, Ventura può essere soddisfatto, il toro viaggia spedito e la classifica è di quelle importanti.

Voto 7 alla prima del Frosinone:

Arriva anche la prima vittoria per il Frosinone, il bomber Dionisi con una doppietta rifilata all’Empoli entra nella storia. Stellone a forse trovato in lui il bomber che è mancato nelle prime uscite, dopo tanta polvere mangiata per i ciociari è arrivata la gloria, meglio tardi che mai.

Voto 6 all’Udinese:

Vittoria scaccia fantasmi per Colantuono, contro il Bologna la sfida era di quelle da non fallire. Zapata ha dato respiro e tranquillità al suo allenatore che almeno per una settimana potrà dormire sogni tranquilli. Ora come ora l’Udinese sembra non poter far a meno del bomber ex Napoli, tenerlo in panchina sarebbe un suicidio sportivo.

Voto 5 al Palermo sconfitto:

Terza sconfitta consecutiva per il Palermo di Iachini, i siciliani stanno raccogliendo meno di quanto seminato in campo, il gioco a tratti c’è, mancano i risultati. In terra di Sicilia Iachini sembra ancora saldo al comando della nave rosanera, occhio però, con Zamparini le burrasche sono improvvise.

Voto 4 alla notte dell’Inter:

Notte da incubo per l’Inter di Mancini, dopo le cinque vittorie consecutive è arrivata una “bella” doccia fredda che ha gelato il cuore dei tifosi nerazzurri. La partita è  iniziata male ed è proseguita peggio, potrebbe essere soltanto un episodio di una sera, adesso Mancini dovrà essere abile nel ripartire, domenica si torna a Genoa contro la Samp; battere il suo passato per garantirsi un futuro, questo sarà l’obiettivo.

Voto 3 alla Juve:

La Juventus proprio non riesce a rialzarsi, il Napoli ha accentuato la crisi, adesso parlare di scudetto sembra difficile. La vecchia signora denuncia un problema di personalità, Pogba nei piani di Allegri doveva sopperire alla mancanza di Vidal e Pirlo, piano fallito almeno per ora.

Voto 2 al Milan :

Dopo sei giornate Mihajlovic ha fatto peggio del suo predecessore Inzaghi, eppure rispetto alla passata stagione il presidente Berlusconi ha investito tanto, i risultati però non sono cambiati. Il Milan manca di continuità oltre che di gioco, non si capisce il perché di Bacca in panchina, il colombiano in questo Milan sembra imprescindibile, evidentemente non per il mister.

Voto 1 all’esonero di Castori:

Nel calcio non c’è riconoscenza e questo si sapeva, ma l’esonero di Castori sembra esagerato anche per i nostri standard. Il tecnico solo pochi mesi fa è stato l’artefice di un entusiasmante cavalcata verso la a, esonerarlo dopo poche giornate nel massimo campionato non ha alcun senso, anche perché la società non gli ha messo nelle mani una rosa competitiva. I tifosi del Carpi sono in rivolta, loro difficilmente dimenticheranno quanto fatto da Castori, ora tocca a Sannino non farlo rimpiangere, missione quasi impossibile.

Vincenzo Torino