CONDIVIDI

rossi

 

Nel 26° turno del campionato di Promozione – Girone D, l’Olympic Salerno pareggia 1-1 sul campo del Picciola. Risultato importante per la squadra di Sica che, dopo due sconfitte consecutive, torna a muovere la classifica. Le reti arrivano entrambe nel secondo tempo. In apertura di frazione è Siano a portare in avanti gli ospiti. Al 66’ è Fortino a pareggiare i conti per i padroni di casa. Il risultato non cambierà più fino alla fine.

Contro una diretta concorrente nella lotta salvezza, mister Sica cambia modulo e si affida al 4-3-1-2. In difesa c’è la novità di Paciello schierato terzino sinistro con De Caro sul versante opposto, coppia centrale formata come sempre da Manzo ed Acquaviva con Rossi tra i pali. Trio di centrocampo composto da Corbo, Festa e Donadio. In avanti la coppia Siano-Mazzeo è supportata dal Cretella, schierato nel ruolo di trequartista.

Partono forte i padroni di casa che già al 1’ hanno l’occasione per sbloccare il risultato. L’appoggio di Manzo verso Rossi è troppo lento, Casaburi si avventa sul pallone ma trova l’opposizione del portiere biancorosso in uscita disperata. Poco dopo è lo stesso Casaburi a rendersi pericoloso con un tiro cross che finisce fuori di un soffio. I padroni di casa insistono e sfiorano il vantaggio ancora una volta: è il 7’ quando il tiro di D’Andria termina a lato di pochissimo. Passano altri 60’’ ed è Marmoro a mettere i brividi a Rossi con un altro tiro da fuori che non trova lo specchio della porta per questione di centimetri. L’Olympic fa fatica ad uscire, il Picciola comprende le difficoltà degli ospiti e insiste. Al 13’ è ancora D’Andria ad impegnare severamente il portiere biancorosso che deve superarsi per deviare in angolo l’ennesimo tiro verso lo specchio della porta. Il Picciola carica a testa bassa e serve ancora una volta un gran Rossi per respingere il doppio colpo di testa di Schiavi sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

L’Olympic Salerno si fa vedere per la prima volta dalle parti di Miano soltanto alla mezz’ora, con un tiro di Mazzeo che viene bloccato senza problemi dall’estremo difensore di casa. Al 35’ l’episodio che può spezzare gli equilibri: calcio di rigore in favore del Picciola. Dal dischetto si porta Fortino ma Rossi è ancora una volta monumentale: balzo felino sulla destra per deviare il pallone sul palo e grande reattività nell’opporsi alla successiva ribattuta di Schiavi. Il numero uno biancorosso tiene a galla la squadra di Sica. È l’episodio che chiude sostanzialmente la prima frazione di gara.

In apertura di secondo tempo, inaspettatamente, arriva il vantaggio per l’Olympic Salerno. Azione personale strepitosa sull’out di destra di Paciello che mette al centro un cross al bacio per Siano che, con un tocco morbido, anticipa l’uscita di Miano e mette in rete. Appena 1’ di gioco e gli ospiti sono avanti. Il vantaggio infonde fiducia ai biancorossi, che poco dopo ci riprovano ancora con Siano: il tiro del numero 7 finisce però lontano dallo specchio della porta. Il gol subìto contribuisce a minare le certezze e la supremazia territoriale mostrata dal Picciola nel primo tempo. I padroni di casa fanno più fatica a proporsi come nei primi 45’ di gara. Così l’Olympic prova ad approfittarne. Al 57’ è Mazzeo a provarci con una punizione su cui Miano si oppone, deviando in angolo. Dopo una fase di riorganizzazione, al 66’ il Picciola trova il gol del pareggio: azione sulla destra con Schiavi che riceve palla al limite dell’area di rigore, sponda al centro per Fortino che insacca Rossi con un preciso diagonale che non lascia scampo al portiere ospite. È il gol dell’1-1. Subìto il gol, mister Sica cambia le carte in tavola: Lambiase ed Anastasio prendono il posto di Cretella e Donadio, con l’Olympic che passa ad un più prudente 4-4-2.

Dopo una partita giocata a grandi ritmi, le squadre tirano il fiato nella parte finale del match. A 10’ dalla fine l’Olympic resta addirittura in dieci: capitan Festa deve abbandonare il campo per infortunio con i tre cambi già effettuati. Nonostante l’uomo in meno, gli ospiti si rendono pericolosi con un colpo di testa di Paciello su cross di Anastasio, buona la risposta del portiere del Picciola. Nei minuti finali anche i padroni di casa restano in dieci, a causa dell’espulsione di Amato per proteste. Si chiude così la partita, sul risultato di 1-1. Un pareggio prezioso che permette all’Olympic di salire a quota 28 in classifica e muovere un altro piccolo passo verso la salvezza.

TABELLINO

PICCIOLA

Miano, Di Nicola, Rosello (dall’82’ Formichella), D’Andria, Carbone, Ruggiero, Fortino, Marmoro (dal 61’ Carucci), Schiavi, Casaburi (dal 54’ Amato), Iuorio

A disposizione: D’Aponte, Panciulo, Mazza, Abate

Allenatore: Aquino

OLYMPIC SALERNO

Rossi, Paciello, De Caro, Corbo (dal 46’ Mora), Acquaviva, Manzo, Siano, Festa, Mazzeo, Cretella (dal 71’ Anastasio), Donadio (dal 73’ Lambiase)

A disposizione: Naddei, Ragosta, Maiuri, Pifano

Allenatore: Sica

MARCATORI: 46’ Siano (OS), 66’ Fortino (P)

AMMONITI: Rosello, Carucci e D’Andria per il Picciola

ESPULSI: Amato (P) per proteste

RECUPERO: 1’pt; 2’st

Ufficio stampa Olympic Salerno