CONDIVIDI

AAK_8911

 

L’espulsione di Tessier condiziona un’ottima Olympic Salerno

Grande successo per la seconda “Giornata biancorossa”

Nel 25° turno del campionato di Promozione – Girone D, l’Olympic Salerno perde in casa per 1-3 al cospetto della capolista Valdiano. Nonostante un’ottima prestazione fornita dalla squadra di Sica, al suo secondo esordio stagionale sulla panchina biancorossa, i delfini vengono puniti dagli episodi e dal cinismo mostrato dalla squadra allenata da Francesco Tudisco.

I padroni di casa si presentano in campo col solito 4-4-2. Davanti a Rossi, giocano Acquaviva e Manzo con Ragosta a sinistra mentre a destra fa il proprio esordio De Caro. In mediana capitan Festa è affiancato da Rodia, sulle fasce agiscono Paciello a destra e Tessier a sinistra. In avanti la solita coppia formata da Siano e Mazzeo. Pronti via e il Valdiano trova subito il vantaggio: Lama si invola sull’out di sinistra, mette al centro un pallone invitante che Cissè deve solo accompagnare il rete. Dopo appena 9’ gli ospiti sono già avanti. La reazione dell’Olympic è però immediata: doppio dribbling ubriacante di Siano e diagonale a superare l’estremo difensore viola. Proprio quando il pallone sta per insaccarsi, Cala interviene sulla linea di porta e salva il risultato. Scampato il pericolo, il Valdiano torna a farsi pericoloso dalle parti di Rossi. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Onnembo è proprio Cala a sfiorare la rete: colpo a botta sicura del terzino del Valdiano, col pallone che si stampa però sul palo. Passa qualche minuto e l’Olympic ha una nuova occasione per pareggiare: Ragosta si invola sulla sinistra, cross al centro che attraversa tutta l’area ed arriva dalle parti di Siano che rimette al centro dove c’è Tessier il cui tiro è però strozzato e termina sul fondo. Partita vibrante, giocata su buoni ritmi e con occasioni su entrambi i fronti. A pochi minuti dalla fine è ancora Elio Siano a provarci: palla deliziosa di Mazzeo, a scavalcare la difesa avversaria, e sinistro di prima intenzione del numero 7 biancorosso col pallone che sorvola di un nulla la traversa della porta difesa da Mazza. A pochi secondi dalla fine del primo tempo arriva l’episodio che condiziona il resto della partita: un brutto intervento ai danni di Rodia viene sottolineato da qualche protesta da parte dei giocatori di casa. Il direttore di gara sente qualche parola di troppo ed espelle Tessier. Negli stessi istanti concitati, il signor Falco di Nola ammonisce anche Siano e Rossi.

Dagli spogliatoi, nella seconda frazione di gioco, l’Olympic Salerno esce carica e motivata. Nonostante l’inferiorità numerica, i ragazzi di Sica si ripresentano in campo col piglio giusto. I padroni di casa provano a fare la partita, rendendosi pericolosi dalle parti di Mazza senza però mai riuscire a concretizzare le buone trame di gioco messe in pratica. Al quarto d’ora le sostituzioni che cambiano la partita: Tudisco inserisce Coronato e Costanzo, al posto di Onnembo e capitan Morea. I due nuovi entrati si travestono da jolly e risolvono la partita al Valdiano. Prima è Costanzo a centrare l’angolino basso alla sinistra di Rossi con un radente dal limite dell’area che non lascia scampo all’estremo difensore biancorosso. Pochi giri di lancette ed è l’altro nuovo entrato, Coronato, a trovare il terzo gol: dagli sviluppi di un corner, il pallone arriva sul sinistro del numero 16 viola che colpisce d’esterno e manda il pallone nell’angolino alla destra di Rossi. Per l’Olympic è una batosta ed una punizione eccessiva per quanto visto in campo fino a quel momento. Mister Sica prova ad inserire forze fresche, mandano in campo Anastasio, De Michele e Maiuri. I biancorossi trovano il gol della bandiera grazie al 12° gol stagionale di Mazzeo: la punizione del numero 9 biancorosso è perfetta e si insacca alle spalle di Mazza.

È l’ultimo acuto di una prestazione comunque ottima fornita dai padroni di casa, puniti dagli episodi e dal cinismo sotto porta da parte del Valdiano. Nell’arco dei 90’, la squadra di Tudisco è stata brava a sfruttare al massimo le poche occasioni create. Dall’altro lato, invece, i ragazzi di Sica non sono riusciti a concretizzare le buone trame di gioco messe in mostra. L’episodio dell’espulsione di Tessier ha poi pregiudicato il resto della partita, costringendo l’Olympic ad uno sforzo maggiore per cercare di recuperare la partita. I biancorossi escono comunque a testa alta dal campo, consapevoli di aver giocato a viso aperto contro una delle compagine più forti del campionato.

A fine gara è tanta la delusione per mister Sica: «Il punteggio finale ci punisce oltremodo. Abbiamo offerto una grande prestazione anche se il risultato dice tutt’altro. Purtroppo il Valdiano è stato perfetto nel concretizzare le poche palle-gol create durante la gara. Demerito nostro quello di non aver concretizzato invece le tante occasioni che siamo riusciti a creare nell’arco dei 90’. Ai miei ragazzi non posso però rimproverare nulla perché hanno messo in campo tutto quello che avevano. Purtroppo siamo stati puniti dagli episodi. Anche l’espulsione di Tessier ha rappresentato un brutto colpo per noi ed è nata, a ben vedere, da un fallo fischiato a nostro favore. L’arbitro ha ritenuto giusto estrarre il cartellino rosso. Siamo rimasti in dieci ed è stata molto più dura. Ora dobbiamo concentrarci già sulla prossima gara di campionato. Ci vorrà tanta grinta da qui a fine campionato per raggiungere l’obiettivo della salvezza. Io credo che possiamo farcela se in campo mettiamo la passione e la determinazione mostrata quest’oggi contro una squadra che, è bene ricordarlo, è comunque la capolista del nostro raggruppamento»

TABELLINO

OLYMPIC SALERNO

Rossi, De Caro, Ragosta, Rodia, Acquaviva, Manzo, Siano (dal 69’ Anastasio), Festa (dal 79’ Maiuri), Mazzeo, Tessier, Paciello (dal 73’ De Michele)

A disposizione: Naddei, Genovese, Donadio, Cretella

Allenatore: Fiorenzo Sica

VALDIANO

Mazza, Cala, Lama, Guerrera, Pipolo, Giordano, Zozzaro, Farano, Cissè, Morea (dal 60’ Costanzo), Onnembo (dal 60’ Coronato)

A disposizione: Perri, Grippo, La Penta, Dede, Spinelli

Allenatore: Francesco Tudisco

MARCATORI: 9’ Cissè (V), 62’ Costanzo (V), 66’ Coronato (V), 79’ Mazzeo (OS)

AMMONITI: Rossi e Siano per l’Olympic Salerno

ESPULSI: Tessier dell’Olympic Salerno per proteste

RECUPERO: 1’pt; 3’st

La nota lieta di giornata è il grande successo per la seconda “Giornata biancorossa”. Prima del match contro il Valdiano, i piccoli talenti della scuola calcio dell’Olympic Salerno si sono resi protagonisti sul terreno di gioco del “Figliolia”. Partitelle a campo ridotto per i talenti in erba della società del presidente Pisapia, sotto gli occhi felici delle tante famiglie accorse presso l’impianto sportivo di Sava di Baronissi (SA). Al termine delle esibizioni, i giovani biancorossi hanno preso posto sulle tribune ed hanno assistito alla gara contro il Valdiano. I piccoli della scuola calcio hanno inoltre accolto l’ingresso delle squadre in campo con un maxi-striscione col logo del club, inscenando una deliziosa coreografia. Ancora una volta, l’A.s.d. Olympic Salerno dimostra la grande attenzione rivolta verso la formazione e la crescita umana e calcistica di tutti i propri tesserati.

Ufficio stampa Olympic Salerno