CONDIVIDI

image

L’Hermes Casagiove ritrova il feeling con il trionfo in trasferta. Grazie alla doppietta di Vincenzo Russo, i giallorossi di Vincenzo Casaccio espugnano il “Comunale” di San Vitaliano con il punteggio di 0-2 e riconfermano con prepotenza la propria candidatura per la lotta al vertice. Per effetto del pareggio della capolista Ortese a Villa Literno, diminuiscono a due le lunghezze di distacco rispetto al primato che potrebbe cambiare ancora padrone nelle ultime sei giornate. Va comunque dato merito all’Hermes di non aver mollato la presa dopo un febbraio da schiaffi e di essere ritornata a calarsi nelle vesti di inseguitrice incallita delle due prime della classe.

PRE-PARTITA: Dopo la squalifica, rientra l’allenatore giallorosso Vincenzo Casaccio che schiera una formazione più arcigna. Sorgente, Chiummariello e Santonastaso rafforzano la spina dorsale del 4-3-3 giallorosso su un campo alquanto ostico come il “Comunale” di San Vitaliano. Tra i padroni di casa, il tecnico Giovanni Iovino lascia in panchina il talentuoso ex Suessola ed Acerrana Simonetti per un discorso relativo allo schieramento under, così l’attacco verte sulle spalle di Galdiero.

PRIMO TEMPO: La gara entra nel vivo subito dai primi minuti di gioco, con entrambe le compagini che hanno bisogno dei tre punti per migliorare la propria classifica: zona play-out per i padroni di casa mentre lotta al vertice per l’Hermes. Al primo affondo il San Vitaliano del presidente Vincenzo Alaia sfiora il vantaggio a seguito del tiro-cross di Capasso che per poco non beffa Merola (6’). L’Hermes tira un sospiro di sollievo e mette la bilancia a proprio favore al 9’. Manovra insistita della mediana casagiovese tra Scarpato, Izzo e Chiummariello che allarga sulla destra per Vincenzo Russo: l’attaccante mette piedi in area ed indovina il sette con una bella palombella che lascia di stucco Corporente. Grande esultanza del goleador casagiove che si sblocca dopo quattro giornate di stop e sopraggiunge a quota 16 nella classifica marcatori. I casagiovesi spingono il piede sull’acceleratore: Izzo riceve il lancio di Papa e caccia dal cilindro un pallonetto che finisce oltre la traversa (11’). Trascorso qualche attimo di sbandamento, il San Vitaliano si scuote e produce dieci minuti di grande pressione. Ghiotta l’occasionissima del 12’, quando il cross di Capasso scavalca Sorgente: Galdiero ci prova in girata ma Merola mura con l’aiuto di Mingione e Brustia spazza. Ancora Galdiero protagonista con la punizione deviata in angolo (15’). In mezzo a questi tentativi locali, ripartenza veloce di Scarpato che sbaglia la misura del passaggio per Vincenzo Russo e la palla finisce tra le braccia di Corporente (18’). Locali ancora pericolosi con Guarino che non impatta a dovere, ad un metro dalla porta, sul traversone di D’Alterio (22’). Esce dal guscio l’Hermes che va vicino al raddoppio. Russo premia la sovrapposizione di un ordinato Iannitti che arriva sul fondo e mette al centro; nessun compagna di squadra taglie ed il capitano Antonio Alaia rinvia. A causa di diversi screzi l’incontro s’innervosisce ma, fortunatamente, la situazione non degenera mai. Sulla punizione di Papa svetta Chiummariello che manda alto: stesso risultato per il bolide di Papa, imbeccato da Iannitti (41’). Infine termina a lato la conclusione a lato di Zuppardi (42’).

SECONDO TEMPO: Con l’intento di proteggere il risultato favorevole, Casaccio inverte le posizioni di Brustia e Santonastaso, con quest’ultimo che arretra come terzino destro. L’Hermes prova a chiudere il match e va alla conclusione prima con Izzo e poi con Russo: in ambedue i casi, Corporente fa buona guardia. Si rialzano i padroni di casa che si buttano a capofitto nella trequarti ospite. Diversi sono i calci d’angolo a proprio favore, ma non si può parlare di vere e proprie occasioni da rete, poiché la retroguardia capeggiata da Mingione e Sorgente risolve ogni pericolo, aiutata dalle diagonali perfette di Santonastaso e di uno strepitoso Brustia sia in fase difensiva che offensiva. I giallorossi della famiglia Corsale vivono di rimossa, disponendo della velocità del nuovo entrato Toscano. L’incontro assume una piega diversa al 72’, quando Buonocore tocca colpevolmente la palla con la mano: l’arbitro estrae il secondo cartellino giallo per il centrocampista locale che lascia in inferiorità numerica il San Vitaliano. Si ampliano gli spazi per l’Hermes che sfiora la rete all’84’. Lancio con il contagiri di Papa per Toscano che dribbla Alaia e calcia a colpo sicuro: miracoloso Corporente che salva in angolo. Goal rimandato solo di qualche istante, poiché Vincenzo Russo viene trattenuto da D’Alterio in occasione dell’angolo seguente (85’). L’arbitro non ha esitazioni nel concedere il calcio di rigore che lo stesso Vincenzo Russo trasforma, mettendo in cassaforte i tre punti. I padroni di casa di Giovanni Iovino hanno la chance di riaprire il match all’89’ con Puca, che innescato da Simonetti, svirgola il pallone in curva. L’Hermes non rischia più nulla e trionfa con il punteggio di 0-2.

TABELLINO: San Vitaliano-Hermes Casagiove = 0-2

SAN VITALIANO: Corporente, Capasso (75’ De Caro), D’Alterio, Buonocore, Alaia, Baratto, Guarino (82’ Simonetti), Zuppardi, Galdiero, Vaccaro, Puca. In panchina: Menna, De Caro, Simonetti, Rispoli, Santoro, Scala, D’Agostino. Allenatore: Donato Iovino

HERMES CASAGIOVE: Merola, Brustia, Iannitti, Chiummariello (86’ Palmiero), Mingione, Sorgente, Russo, Scarpato Giovanni (72’ Toscano), Santonastaso, Papa, Izzo (90’ Bosi). In panchina: Di Bernardo, Scarpato Vincenzo, Peluso, Monaco. Allenatore: Hermes Casagiove

RETI: Russo 9’ (H), Russo 85’ su rig. (H)

ARBITRO: Luigi Gargiulo della sezione di Ercolano (assistenti: Giuseppe Celentano ed Antonio Terracciano di Napoli)

NOTE: Ammoniti: Alaia, De Caro, D’Alterio (S); Brustia, Sorgente, Scarpato Giovanni, Chiummariello, Merola, Palmiero (H). Espulso: Buonocore al 69’ per doppia ammonizione (S). Angoli: 5-2. Recupero: 2 nel primo tempo; 4 nel secondo tempo. Spettatori: 110 circa