CONDIVIDI

casale-possesso-palla1

 

MONS PROCYTHA: Costagliola, Rotta (Ricciardi), Brusco, Volpe (Marotta), Coppola, Illiano, Caputo, Lubrano Lavadera, Barbella, Greco, Astuti. A disp: Cardamuro, Testaguzza, Caputo, Lucignano, Tizzano. All: Illiano.

ATLETICO VESUVIO HERCULANEUM: Capece, Raia, Alberto, Orefice (62’ Franco), Amoruso, De Fenza (77’ Attanasio), Cozzolino, Falanga, Bianco, Casonaturale (55’ Laureto), Basso. A disp: Prete, Piscitelli, Russo, Liccardi. All: Ulivi.

Reti:7’ Alberto, 28’ Bianco, 54’ Casonaturale, 80’ .

Arbitro: Marazzia di Nocera Inferiore

Note: ammoniti Casonaturale, Falanga, De Fenza, Orefice (AVH), Coppola, Greco (MP). Al 1’ Casonaturale ha fallito un calcio di rigore.

L’Atletico Vesuvio Herculaneum espugna il “Vezzuto-Marasco” di Monte di Procida e riconquista la vetta della classifica complice il pareggio di ieri del Ponticelli a Rimonte; in terra flegrea, i granata potrebbero subito sbloccare il risultato, ma Casonaturale dagli 11 metri dopo appena 60 secondi calcia a lato la massima punizione da lui stesso conquistata. Passano però solo sei minuti e gli ercolanesi passano: conclusione dalla distanza di Alberto che vede sulla traiettoria anche Bianco, che non tocca ma disorienta il portiere ospite Costagliola. Al 27’ però il bomber granata timbra anch’egli il cartellino: Orefice scarica su Casonaturale che trova il taglio preciso di Bianco, abile ad insaccare in mezzo a due difensori il pallone del raddoppio. Prima dell’intervallo Casonaturale centra la traversa da comoda posizione, ma si riscatta ad inizio ripresa finalizzando un assist al bacio di capitan Basso al 54’. La capolista amministra il vantaggio acquisito, anche se nel finale i padroni di casa trovano il gol della bandiera con Barbella in contropiede e poco dopo Capece è chiamato agli straordinari per evitare il ritorno in partita dei flegrei.

Ufficio Stampa A.S. D. Atletico Vesuvio Herculaneum