CONDIVIDI

Non poteva che chiudersi con un match entusiasmante il 2013 dell’Hermes Casagiove. Nella gara valevole per il quindicesimo ed ultimo turno del Girone A di Promozione, domani pomeriggio alle 14.30 i giallorossi del presidente Michele Corsaleospiteranno il Real San Felice al “Comunale” di Piazza d’Armi. Saranno i sanfeliciani a mettere a rischio il titolo di campione d’inverno dei Gagliardi (nomignolo etichettato ai calciatori giallorossi) che necessitano della vittoria, per mandare a vuoto ancora una volta l’assalto dell’Ortese, impegnata contro l’ultima della classe San Marco Evangelista. Con l’eventuale vittoria degli atellani, Merola&soci sono costretti a vincere, poiché anche un pareggio premierebbe l’Ortese che ha dalla sua migliori risultati negli scontri diretti (l’1-0 di metà ottobre). Ma non sarà semplice riuscire a sbarazzarsi dell’avversaria di domani che, con l’avvento di Domenico Santonastaso sulla panchina, ha cambiato volto alla propria classifica, collezionando sei vittorie ed un pareggio negli ultimi sette match. Un trend da fare invidia che va a cozzare con l’invulnerabilità del fortino giallorosso, dove i guerrieri diVincenzo Casaccio hanno ottenuto sette vittorie su sette, a fronte di quindici goal fatti e zero subiti. Bottino che sarà messo a serio rischio dagli attaccanti Luigi Sticco e Luca Ottaiano e dai due ex col dente avvelenato, Giuseppe Feola e Francesco Celestino. Ma anche nelle fila giallorosse è presente un calciatore che in passato ha giocato nel Real San Felice. Si tratta di Vincenzo Sorgente, esperto difensore classe ’82 di Curti che è reduce dal goal, siglato sabato scorso a San Marco Evangelista. Un sigillo che è servito a valorizzare ancor di più la sua riconferma: “Non so da quanto tempo aspettavo di segnare. Credo più di un anno e mezzo. Anche se gioco abbastanza indietro nello schieramento, ne avevo bisogno e penso che sia arrivato nel momento giusto. Alla conclusione di una lunga riflessione con la società, che mi ha portato ad essere riconfermato ed avere subito l’opportunità per mettermi in mostra. Ovviamente, la marcatura aggiunta alla buona prestazione di sabato può contribuire a mettere in difficoltà il mister, quando si tratta di decidere gli interpreti dello schieramento”. Professionista esemplare per il modo con cui si allena ed allo stesso tempo accetta le decisioni dell’allenatore Casaccio, nel bene e nel male, egli ha svolto lavoro differenziato con gli acciaccati Russo, Papa, Scarpato e Monaco. Ma tutti dovrebbero essere a disposizione, così come Mingione che torna dalla squalifica, per un match che lui non vuole saltare per niente al mondo: “Avendo giocato in passato con quel Real San Felice che era guidato dal bentornato Domenico Santonastaso, è logico che mi farebbe piacere giocare per aiutare l’Hermes a conquistare il titolo di campione d’inverno. E’ un traguardo che tutta la squadra vuole raggiungere e che sarà possibile agguantare con un solo risultato: la vittoria”.

DOMENICO VASTANTE
UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE