CONDIVIDI

La Real Maceratese

La Real Maceratese va a sbattere sul bunker eretto dalla Vis Capua. La compagine dei presidenti Andrea Guida e Giuseppe Iannotta non riesce a liquidare i capuani, posizionati negli ultimi posti e presentantisi a Macerata Campania con tante defezioni. Le reti dell’1-1 finale sono state concretizzate dai due ex di turno, il giallorosso Gheremedin ed il biancoazzurro Rossano, i quali in passato hanno giocato con i club contro cui oggi sono scesi in campo. Grande rammarico per la truppa del tecnico Giuseppe Cicala per una vittoria sfumata. Vedendo i risultati degli altri campi, i tre punti avrebbero regalato alla Real Maceratese il secondo posto solitario dietro la capolista Nola.

PRIMO TEMPO. Partita scialba nella prima frazione. Leggera supremazia dei padroni di casa ma la chance più ghiotta capita sui piedi di Gheremedin, autore l’anno scorso di 6 reti con la casacca della Real Maceratese. L’attaccante capuano sfiora il goal da buona posizione (16’). L’episodio sveglia i biancoazzurri che vanno al tiro, fuori bersaglio, con Borrelli (19’) e Simonetti (26’). Il portiere ospite Antonio Amato si rende poi protagonista di parate determinanti sulla punizione di Tartaro (33’) ed il tiro ravvicinato di (42’).

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con il vantaggio ospite. L’arbitro assegna il penalty alla Vis Capua per il presunto fallo di mano di Iuliano. Veementi proteste della dirigenza locale per un rigore, a loro detta inesistente, ma il direttore di gara non cambia idea e Gheremedin sblocca il punteggio, siglando la rete dello 0-1. La reazione della Real Maceratese arriva immediata e Rossani al 67’ pareggia. Palla recuperata di Tartaro che lancia in area, Faenza fa velo e Rossano sigla il suo quarto sigillo stagionale. Nel finale forcing biancoazzurro con un uomo in meno, a causa dell’espulsione di Trotta per doppia ammonizione. Rimaneggiati, i capuani si difendono ad oltranza. Trotta, Rossano e Tartaro sciupano il vantaggio, poi all’ultima occasione succede qualcosa in area di rigore. Lancio in profondità di Mormile, Faenza se ne va in velocità e serve Stellato. Secondo la dirigenza maceratese, la palla viene intercettata con la mano da un loro difensore ma l’arbitro non è dello stesso avviso. Finisce così col punteggio di 1-1.

Tabellino: REAL MACERATESE-VIS CAPUA = 1-1 (parziali: 0-0; 1-1)

REAL MACERATESE: Mormile, Maggio, Iuliano (75’ Airhuoyhwa), Trotta, Lauritano, Tartaro, Forro, Borrelli, Rossano (69’ Stellato), Simonetti, Faenza (85’ Degli Innocenti). In panchina: Suero, Sparaco, Musone, Cesta. Allenatore: Giuseppe Cicala

CAPUA: Amato Antonio, Mari, Checchia (8’ Carlino), Fabozzi, Santoro, Amato Domenico, Monti, Monaco, Iannaccone, Moxedano (89’ Cantiello), Gheremedin (89’ Aglione). In panchina: Merola, Galbiati, Pellegrino, Belriguardo. Allenatore: Carlo Corbo.

RETI: 51’ Gheremedin su rig. (V), 67’ Rossano (R)

ARBITRO: Enrico Gargiulo della sezione di Torre Annunziata (assistenti: Giacinto Falco ed Andrea Fortunato di Frattamaggiore)

NOTE: Ammoniti: Faenza, Tartaro, Trotta, Rossano, Lauritano, Stellato (R); Amato Domenico, Monaco, Amato Antonio, Monti (V). Espulso: Trotta per doppia ammonizione (V). Spettatori: 200 circa

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA A.S.D. REAL MACERATESE