CONDIVIDI
Foto LaPresse - Fabio Ferrari 13/06/2016 Lione ( Francia ) Spo, Calcio Europei 2016 - Belgio - Italia - Stade de Lyon, Lione - Fase a gironi - Gruppo E Nella foto: Graziano Pellè festeggia dopo aver segnato il gol 0-2 Photo LaPresse - Fabio Ferrari 13/06/2016 Lyon ( France ) Spo, Soccer Europei 2016 - Belgium - Italy - Stade de Lyon, Lyon - Group Stage - Group E In the pic: Graziano Pellè celebrates after scoaring gol 0-2

Dopo aver fallito il test con la Francia, l’Italia non sbaglia e supera l’esame Israele. Ad Haifa l’Italia batte i padroni di casa 1-3. Ventura conquista la prima vittoria in una partita che conta, ma non può sorridere ancora. Gli azzurri giocano bene per una mezz’ora e mettono la gara in discesa, ma hanno il torto di sdraiarsi in poltrona e riaprire una partita già chiusa. Nella ripresa ci pensa Chiellini a complicare la situazione facendosi espellere a mezz’ora dalla fine. L’Italia trema, super Buffon si esalta su Zahavi, ma il muro dei Ventura’s boys regge e nel finale Immobile mette il punto esclamativo sul match.

RISCATTO PELLE’- L’Italia soffre nei primi 10′ l’aggressività di Israele: Zahavi e Ben Haim tagliano la mediana azzurra e Barzagli ci deve mettere una pezza per sbrogliare una situazione pericolosa davanti a Buffon. L’Italia lascia fare, ma alla prima occasione passa: Verratti apre con la solita genialità sulla sinistra per Antonelli, cross di prima intenzione per Pellè che da 0 metri non sbaglia. Al 13′ azzurri in vantaggio 1-0.  Israele accusa il colpo, anche perchè non può più impostare la partita sulle ripartenze e in fase di possesso palla emergono le lacune della nazionale di casa. L’Italia, invece, risponde con la stessa arma degli avversari, cioè con azioni di rimessa che colgono spesso impreparata la lenta retroguardia israeliana, come al 33′, quando un cambio di passo di Bonaventura manda in tilt Bitton che stende il milanista in area di rigore. Karasev non ha dubbi e comanda il penalty: dal dischetto Candreva non sbaglia e sigla il 2-0. Partita in discesa? Nemmeno per sogno, perchè l’Italia in un impeto masochista rimette in gara Israele due minuti dopo: Chiellini sbaglia un appoggio elementare sulla trequarti, Ben Haim, una spina nel fianco sinistro azzurro, ne approfitta e scavalca Buffon con un pallonetto morbido. L’Israele ci crede e prova a spaventare i Ventura’s boys, ma al 45′ è Pellè a sfiorare il tris: l’attaccante lascia un gradino sotto il suo marcatore diretto e schiaccia di testa, Goresh  salva i suoi prima che Karasev mandi tutti negli spogliatoi.

CHIELLINI IRRICONOSCIBILE-L’Italia riparte con il piede schiacciato sull’acceleratore: passano 60″ ed Eder prova a sorprendere Goresh con una palombella, palla sul fondo. Israele però non si scoraggia e risponde colpo su colpo: al 51′ Nir Bitton dalla media distanza impegna Buffon. Si gioca a ritmi intensi e la gara è gradevole, un po’ meno per Ventura, quando al 54′ Chiellini, in giornata no, viene espulso per doppia ammonizione. Italia in 10 per gli ultimi 35′  nella bolgia del Sammy Ofer di Haifa.  Ventura corre ai ripari e inserisce Ogbonna al posto di Bonaventura, ma l’Italia continua a difendere a 3, anche se Candreva e Antonelli scalano in fase di non possesso palla. I minuti passano, ma gli azzurri continuano a soffrire: al 65′ Davidzada entra in area e mette un pallone pericoloso in mezzo che attraversa tutta l’area di rigore. Un minuto dopo, Buffon non trattiene la conclusione di Kehat, si avventa sul pallone Zahavi, ma il portiere juventino si riscatta deviando in corner la conclusione dell’ex rosanero. Ventura lancia nella mischia le ultime due carte: dentro Florenzi e Immobile, fuori gli stanchissimi Candreva e Eder. L’Italia gioca con un occhio all’orologio e l’altro al campo. Verratti si fa male, ma stringe i denti, così come i suoi compagni che restano corti e compatti davanti alla propria metà campo. Negli ultimi 10′ Israele è esausto e non fa più paura. L’Italia prima respira, poi chiude i giochi all’82’: lancio di Buffon, sponda di Pellè per Immobile che supera Goresh con un diagonale rasoterra. Immobile potrebbe ripetersi 4′ dopo, ma a tu per tu con il portiere israeliano ciabatta la conclusione a lato. Poco male, l’Italia vince e conquista tre punti fondamentali per la corsa ai mondiali del 2018.

Foto LaPresse - Fabio Ferrari 13/06/2016 Lione ( Francia ) Spo, Calcio Europei 2016 - Belgio - Italia - Stade de Lyon, Lione - Fase a gironi - Gruppo E Nella foto: Graziano Pellè festeggia dopo aver segnato il gol 0-2 Photo LaPresse - Fabio Ferrari 13/06/2016 Lyon ( France ) Spo, Soccer Europei 2016 - Belgium - Italy - Stade de Lyon, Lyon - Group Stage - Group E In the pic: Graziano Pellè celebrates after scoaring gol 0-2

Mariano Messinese