CONDIVIDI

volla

Molto interessante la strategia adottata dallo staff tecnico della Virtus Volla. Essa, forse, è frutto di uno studio approfondito (!?). Sta accadendo, da diverse partite che, nella prima parte della gara la performance della squadra è mediocre, inefficace, debole. Spesso, la supremazia territoriale e il possesso del gioco sono lasciati degli avversari, che il più delle volte approfittano della situazione e finalizzano il vantaggio, a volte anche con più di una rete di scarto. Lo schieramento della formazione iniziale spesso è confuso. Alcuni uomini sono schierati fuori posizione, fuori dal loro ruolo naturale, altri lasciati in panchina o in tribuna. Incontristi che farebbero la fortuna della squadra ad esempio, al centro, davanti alla difesa, sono schierati sulle fasce. Giocatori che sarebbero più efficaci a destra, vanno a sinistra. Centrocampisti centrali sono impiegati sulle fasce laterali. Poi, come spesso accade, nelle seconde metà di queste partite, la trasformazione. Incredibile! Gli scacchi vengono riposizionati nel modo giusto. Alcuni “Jolly” vengono calati in campo dalla panchina. Gli avversari nel frattempo si sono spompati, e le gare cambiano direzione con i risultati vincenti che danno “ragione” allo staff tecnico dei due presidenti, Roberto Esposito (Coconuda) e Lorenzo Urbano. Complimenti!

Anche la partita con lo Stasia Soccer, che si è giocata sabato pomeriggio 15 marzo 2014 allo stadio comunale “Paolo Borsellino” è andata così. Si sono affrontate due compagini che stanno lottando per i Play Off. Gli ospiti, imbattuti, al secondo posto, i padroni di casa al quinto, con una differenza di 7 punti.

Le Formazioni

Virtus Volla: 1.De Marino; 2. Guadagnuolo; 3. Loreto; 4. C. Prisco (Trematerra dal 13’ della ripresa); 5. A, Prisco (Aliyev dal secondo tempo); 6. S. Borrelli (P. Borrelli dall’inizio della ripresa); 7. Barone; 8. D. Avolio; 9. Scippa; 10. Marotta; 11. Saviano; 12. Manfredonia; 13. Madonna; 14 P. Borreli; 15. Giordano; 16. Aliyev; 17. Trematerra; 18. Ciocia. Allenatore: De Martino

Stasia Soccer: 1. Ferrieri; 2. Formisano (dal 35’ della ripresa De Palma); 3. D’Auria; 4. Sardo; 5. Aliperta; 6 Vacca; 7. Foglia; 8. Zolfo; 9. Montaperto (dal 13’ della ripresa Stellato); 10. Di Costanzo (dal 25’ della ripresa Di Falco); 11. Nucci; 12. La Marca; 13. Stellato; 14. Di Falco; 15. Cangiano; 16. Pelliccia; 17. De Palma; 18. De Luca. Allenatore: Baratto

Arbitro: Mazza Gennaro di Torre Annunziata

Assistenti: D’Apice Francesco e Schettino Nicola di Castellammare di Stabia

Ammoniti: per la Virtus Volla: Loreto al 30’, A. Prisco al 40’. Per lo Stasia Zolfo al 39’.

La Cronaca:

Primo tempo: Non pervenuto, nel senso che non è successo quasi niente. Una leggera supremazia degli ospiti che dopo nemmeno 3 minuti sono passati in vantaggio con un calcio di rigore assegnato per un fallo di mano in area, forse involontario, di Guadagnuolo che stava correndo per contrastare Nucci che si stava avviando verso l’out laterale della porta difesa da De Marino. Il penalty è stato trasformato dall’esperto Montaperto. Poi, quasi più nulla. La Virtus non ha giocato. Lo Stasia si è difeso con ordine e non ha approfittato per chiudere l’incontro.

Nel secondo tempo, i cambi e la trasformazione della squadra.

Al 10’ della ripresa bella azione della Vollese con tiro di Aliyev e parata del portiere. Sulla ribattuta, Marotta tira su Ferrieri che para. Al 19’ della ripresa tiro di alleggerimento di Saviano che finisce a lato.

Al 29’ il pareggio su angolo di Barone, con un colpo di testa di Borrelli P. che mette la palla nell’angolino basso alla sinistra del portiere. Al 32’ i locali invocano il rigore per un atterramento in area di Saviano. L’arbitro lascia proseguire. Al 34’ Aliyev è lanciato verso la rete avversaria. Sardo lo stende e viene ammonito. Al 36’ contropiede dello Stasia con Di Falco che in contropiede manca il goal tirando addosso al difensore in affannoso recupero. Al 38’ un altro tiro di Alieyv con la palla che finisce di poco al lato della porta difesa da Ferrieri. Al 39’ calcio di punizione dal limite per fallo su Scippa. Tira Marotta, nulla di fatto. Al 45’ la rete del vantaggio e della vittoria. Calcio di punizione da centrocampo per la Virtus Volla. Colpo di testa di Scippa, dal primo palo. La palla è spizzata verso Aliyev, appostato come un falco dall’altro palo. Tiro di Aliyev e goal. Qualche minuto di recupero e di interruzione della gara, per timidi tafferugli sulle tribune, subito controllati dalle forze dell’ordine.

Risultato finale di 2 a 1, con lo Stasia che perde l’imbattibilità e la Virtus Volla che accorcia le distanze piazzandosi a quattro punti di distanza. Quindi, strategia vincente e … speriamo che duri!

 

Egidio Perna