CONDIVIDI

image

Prosegue il periodo positivo per la Virtus Volla che, in coppa Italia, dopo il tre a zero dell’andata, con un pareggio, 1 a 1 in trasferta a Miano, guadagna la finale regionale di categoria, eliminando la compagine locale.

Le formazioni:

MIANO: 1. Izzo; 2. Di Girolamo (sost. Acconcio) ; 3. Lombardi; 4. Vitagliano; 5. Pellecchia; 6. Silvestre; 7. Principe; 8. Liccardi (sost. Perinelli) ; 9. Di Pietro; 10. Narciso; 11. Attore; 12. D’Andrea; 13. Masturzo; 14. Perinelli; 15. Acconcio; 16. Mannini; 17. Di Marino; 18; Ferrigno

VIRTUS VOLLA: 1. Manfredonia; 2. Madonna; 3. Perna (dal 70° Saviano) ; 4. Amoroso; 5. Borrelli; 6. A. Prisco; 7. Pecorella; 8. Del Gaudio; 9. Schippa; 10. D. Avolio (dal 55° A. Avolio) ; 11. Aliyev; 12. Pica; 13. Saviano; 14. Giordano; 15. A. Avolio; 16. Ciocia; 17. De Michele; 18. Marotta

Arbitro: Carrione di Castellammare

Ammoniti: Per la Virtus Volla: Avolio, Del Gaudio e Perna. Per il Miano: Longobardi

Grande merito va alla società, guidata dalla coppia Urbano-Coconuda e al direttore generale D’Avino, che ha allestito una compagine con elementi di categoria superiore, rafforzata recentemente dall’acquisto di altri giocatori di ottima fattura come i due attaccanti Schippa e Ciocia (dal Portici e dal Carano, rispettivamente), il baby Perna (dall’Arzanese) ed il portiere Manfredonia (dalla Turris).

E un grande lavoro lo sta svolgendo il Mister De Michele, amalgamando bene le caratteristiche di ciascun elemento. Per l’occasione ha schierato i suoi ragazzi con un modulo da trasferta 4-4-2. Ha rinforzato un po’ di più il centrocampo e la squadra ha espresso un buon possesso palla e un gioco di categoria superiore. Le reti: Al 60°, la Virtus Volla passa in vantaggio con un colpo di testa, subito fuori dal vertice dell’area piccola, di D. Avolio che schiaccia nell’angolo opposto al portiere un cross di Amoroso. Tre minuti dopo, al 63°, il pareggio del Miano con Principe che insacca con un tiro basso nell’angolo del portiere.

E adesso il prossimo appuntamento è per la finale regionale del 5 febbraio con la Virtus Scafatese.

 

Egidio Perna