CONDIVIDI

7392d8bd-9087-4410-bf34-795df4ffce76

La Pasta Reggia Hermes Casagiove schiaccia una giovanissima Arzanese. Al “Comunale” di Curti la compagine della famiglia Corsale si aggiudica la vittoria nello scontro salvezza contro la cenerentola allenata da Domenico Gargiulo. Il trionfo per 4-1 permette a Merola & soci di avvicinarsi al quart’ultimo posto, attualmente occupato dalla Virtus Volla, e prepararsi nel migliore dei modi alla trasferta di Portici. La contesa non è mai stata in bilico, con i casagiovesi in vantaggio già dal terzo minuto. Prime due “benedizioni” in maglia giallorossa per Genny Del Prete, così come per Capobianco che sigla il suo primo goal nella sua terza esperienza a Casagiove.

PRE-PARTITA. Si incontrano a distanza di qualche anno due decani del calcio dilettantistico campano: il presidente dell’Hermes Michele Corsale e l’allenatore dell’Arzanese Domenico Gargiulo. Nelle fila locali esordiscono dal primo minuto due acquisti degli ultimi tempi: il centrocampista ex Isernia Pascarella ed il terzino sinistro ex Sorrento Verdone. Il regista giallorosso Picozzi sconta la quarta di sei giornate di squalifica, così come sono ancora lungodegenti i due cugini omonimi Michele Leone. Tra gli ospiti sono squalificati Cirelli, Crispino e Formisano, mentre la fascia di capitano è sul braccio di Carmine Peluso, grande ex dell’incontro per via del suo contributo nell’anno della vittoria del campionato di Promozione. La formazione arzanese è giovanissima, con ben sette under su undici e perfino due atleti classe ’99 titolari.

PRIMO TEMPO. Non possono che uscire tre punti per la Pasta Reggia Hermes Casagiove dallo scontro salvezza del “Comunale” di Curti. I padroni di casa di Domenico Santonastaso approcciano nel modo migliore e sbloccano la gara al 3’. Del Prete assiste sulla sinistra Capobianco che se ne va sull’esterno e col sinistro incrocia, siglando la sua prima rete della terza esperienza in giallorosso: la quinta totale. L’Arzanese prova a reagire, ma i giallorossi sono più incisivi e raddoppiano al 17’. Pascarella serve Capissi che, dal limite dell’area, fa partire un tiro non irresistibile che gonfia la rete, grazie alla complicità del portiere Di Fiore. La reazione napoletana perviene al 20’. Silvestro sfiora il sette con una conclusione partita dal limite. Un minuto dopo Verdone lancia Capobianco: quest’ultimo approfitta del liscio di Piscopo, dribbla Di Fiore in uscita ma a porta spalancata calcia troppo debolmente e permette il recupero di Piscopo che salva sulla linea (21’). Il terzo goal è solo posticipato di trenta secondi. Del Prete si vede recapitare palla da un tiro sbagliato di Allegretta che diventa a tutti gli effetti un assist. L’ex attaccante del Francavilla sul Sinni controlla palla e concede la sua prima “benedizione” da attaccante dell’Hermes Casagiove. Il largo vantaggio affievolisce l’atteggiamento dell’Hermes, mentre sale di ritmo l’Arzanese che cerca di accorciare le distanze. Rossi e Di Domenico calciano centralmente, poi al 33’ Chiaiese crossa dalla fascia sinistra per Coppola che anticipa Tortora e spara alto da buona posizione. Ha intenzione di andare in rete anche Scognamiglio che, dopo il tunnel a Salvarezza, chiama alla parata Varriale (42’). Nel finale sale in cattedra il promettente centrale classe ’98 Di Domenico che prima calcia a lato dai ventitré metri e poi approfitta dell’uscita di Merola per servire Coppola al centro dell’area: sulla linea di porta v’è il solo Tortora che è provvidenziale nel respingere il suo colpo di testa destinato in rete. La prima frazione si conclude così col punteggio di 3-0.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con l’annullamento della quarta rete di Scognamiglio. Dopo che era stato assegnato il goal, il primo assistente di linea richiama l’attenzione dell’arbitro per avvisarlo del tocco di mano influente di Del Prete, nel corso dell’azione che ha portato alla segnatura (51’). Del Prete e Scognamiglio si trovano a perfezione ed eseguono una serie di fraseggi bassi che manda in tilt gli avversari. In varie circostanze la Pasta Reggia del team manager Salvatore Saldamarco fallisce il quarto goal. Prima Laezza e poi Del Prete mancano il bersaglio grosso. Al 68’ Scognamiglio assiste Capobianco che trova la respinta di Varriale. Laezza cerca con insistenza la rete e la sfiora al 77’, quando il palo ferma la sua conclusione sugli sviluppi della punizione di Capobianco. Al 79’ Del Prete si smarca sul primo palo sul corner di Capobianco ma la sua palla sorvola la traversa. Il navigato attaccante di Frattamaggiore si fa perdonare un minuto dopo, quando ruba palla a Piscopo e sigla la sua doppietta personale. All’87’ l’Arzanese sigla il goal della bandiera con Criscito, abile a finalizzare l’assist di Sivestro. La partita si chiude con l’errore sotto porta di Scognamiglio che non cambia il punteggio. Finisce così col punteggio di 4-1 per l’Hermes Casagiove.

Tabellino: PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE-ARZANESE = 4-1 (parziali: 3-0; 1-1)

PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE: Merola, Buonanno, Verdone (61’ Sparaco), Pascarella, Tortora, Laezza, Capissi (40’ Izzo), Allegretta (79’ Campana), Del Prete, Capobianco, Scognamiglio. In panchina: De Rosa, Perretta, Puzone, Malasomma. Allenatore: Domenico Santonastaso

ARZANESE: Di Fiore (25’ Varriale), Salvarezza, Criscito, Di Domenico, Piscopo, Peluso, Silvestro, Mazzarella (48’ Autieri), Coppola (60’ Pezzella), Rossi, Chiaiese. In panchina: Tancredi, Giannotti, Russiello, Acampora. Allenatore: Domenico Gargiulo

RETI: 3’ Capobianco (P), 17’ Capissi (P), 22’ Del Prete (P), 80’ Del Prete (P), 87’ Criscito (A)

ARBITRO: Giuseppe Maria Manzo della sezione di Torre Annunziata (assistenti: Alessandro Manna e Pasquale Russo di Nola)

NOTE: Ammoniti: Capobianco, Capissi, Del Prete, Sparaco (P); Salvarezza, Peluso (A). Angoli: 5-1. Fuorigioco: 4-5. Recupero: 1 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo. Spettatori: 150 circa

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE