CONDIVIDI

Salvatore Saldamarco e Domenico Santonastaso

Parafrasando un’espressione utilizzata spesso in altri contesti, nello spogliatoio casagiovese “non vola una mosca”. Il lavoro è l’unico strumento utile a rialzarsi da una situazione difficile. Come è suo solito, l’allenatore della Pasta Reggia Domenico Santonastaso ci mette la faccia, esprimendosi sulla prestazione dei suoi ragazzi a Volla: “Onestamente non mi spiego una sconfitta del genere. Abbiamo iniziato bene nel primo temo, abbiamo cercato della soluzioni, poi appena il Volla ha sbloccato il match, non siamo riusciti a ribaltare il punteggio. La squadra sta dimostrando dei limiti emotivi molto importanti. L’inizio del campionato è stato confortante, purtroppo da tre partite non riusciamo a trovare un’identità diversa da quella che è stata mostrata contro le corazzate del girone. Fino a quando dovevamo difenderci certe lacune non sono state palesate; invece poi, quando ci tocca costruire gioco ed imporci, il discorso cambia. Ora mettiamoci al lavoro per ritrovare quell’identità e tornare a fare punti”. Infine l’ex trainer si sofferma sull’astinenza da goal del reparto avanzato, all’asciutto per la quarta partita consecutiva: “Durante la settimana lavoro tanto per l’attacco. In partita non siamo convinti, cattivi. Chi svolge il ruolo di attaccante deve puntare alla porta. Tornare indietro significa non andare a fare goal e non vincere le partite”.

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE