CONDIVIDI

Domenico Santonastaso

La Pasta Reggia Hermes Casagiove torna oggi ad allenarsi, dopo il pareggio conseguito domenica mattina al “Vallefuoco” di Mugnano di Napoli. Nell’ambiente giallorosso l’umore non è dei migliori. L’amarezza è tanta per una vittoria sfuggita negli ultimi minuti e che avrebbe permesso alla truppa del presidente Michele Corsale di affrontare con uno spirito diverso il trittico complicato contro Portici, Boys Caivanese ed Herculaneum.

“Non voglio cacciar scusanti” – esordisce il trainer casagiovese Domenico Santonastaso – “ma diversi fattori non hanno permesso di giocare al massimo. Non siamo abituati a giocare la domenica mattina, qualche ragazzo ha gestito male il pre-partita. Prestazione negativa con la difesa, e ciò mi fa strano vedendo il passato. Il merito va ai ragazzi dell’Arzanese che ci hanno messo voglia. Credo che noi dobbiamo crescere sotto l’aspetto mentale. Dobbiamo affrontare tutte le partite come contro il Savoia”.

Che la sua squadra abbia sottovalutato l’impegno contro l’ultima in classifica? A tale domanda il tecnico risponde così: “Da questo punto di vista penso che sì, abbiamo sottovalutato l’incontro. Oltre ciò faccio un analisi più tecnica. Con la squalifica di Gargiulo abbiamo perso peso in fase difensiva. Non siamo stati bravi a giocare come nostro solito. Dovendo soccombere alla sua assenza, ho spostato Campana in difesa e ciò ha creato difficoltà a centrocampo. Ora ci rimbocchiamo le maniche per il Portici”.

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE