CONDIVIDI

Tommaso Merola e Carmine Peluso

La Pasta Reggia Hermes Casagiove viene bloccata sul pari dall’Arzanese. All’interno della splendida cornice del “Vallefuoco” di Mugnano di Napoli, i giallorossi del presidente Michele Corsale si portano due volte in vantaggio ma vengono raggiunti entrambe le volte dai padroni di casa. Il risultato di 2-2 scontenta da una parte il team casagiovese, poiché poteva essere gestito meglio il vantaggio a dieci minuti dalla fine, mentre dall’altra accontenta, in quanto i padroni di casa hanno giocato meglio e non meritano per niente l’ultimo posto in classifica, con la quota zero che è stata archiviata solo oggi. Dal punto di vista della prestazione, un passo indietro per la compagine di Domenico Santonastaso che è sembrata la copia sbiadita della squadra che ha sconfitto il Savoia otto giorni fa. Non è un alibi, ma l’assenza dell’esperto Gargiulo si è fatta sentire in fase difensiva, costringendo Santonastaso a correre ai ripari con il centrocampista Campana in difesa. Ora l’occasione del riscatto avverrà sabato prossimo nella sfida casalinga contro il Portici.

PRIMO TEMPO. Impatto devastante della Pasta Reggia Hermes Casagiove. Minauda pennella una punizione dalla trequarti per Aliyev che sale sull’ascensore e gira di testa in rete (2’). Secondo goal consecutivo per l’attaccante ucraino, che concretizza un’azione simile a quella che ha portato al goal contro il Savoia sabato scorso. Sembra all’apparenza una gara in discesa per i giallorossi di Domenico Santonastaso, invece il goal scuote i padroni di casa che iniziano a macinare gioco. A dispetto della giovane età, i ragazzini di Cipolletta non si lasciano intimorire dal goal di svantaggio e mettono in apprensione la retroguardia ospite con una strategia volta a sfruttare le qualità balistiche degli esterni d’attacco Matrullo ed Autieri. La Pasta Reggia inizia a cedere metri in campo e non riesce ad imporsi. Per voglia e concentrazione, la squadra casagiovese appare completamente diversa rispetta a quella che otto giorni fa ha sconfitto la corazzata Savoia. La prima azione limpida dell’Arzanese arriva al 37’. Chianese imbecca Matrullo che parte in velocità, entra in area e sta pensando al tiro, quando vede soffiarsi il pallone da Merola, autore di un’uscita prodigiosa. La prima frazione si conclude sul punteggio di 0-1.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con le proteste di marca casagiovese per il tiro di Izzo che, secondo la dirigenza giallorossa, viene murato con il braccio da Addeo. Per l’arbitro non si tratta di calcio di rigore (47’). Passa un minuto ed Aliyev crossa per Izzo che non impatta di testa e sciupa una grossa chance (48’). Come successo nella prima frazione, l’Arzanese trova nuova determinazione ed al 50’, sugli sviluppi del corner di Chianese, Procentese fa sponda per Matrullo che gira di testa da posizione ravvicinata: blocca Merola (53’). Veementi proteste locali al 55’ per un tocco di mano involontario in area di rigore di Sparaco su tiro di Matrulllo. L’Arzanese accelera ed al 56’ firma il pareggio. Lanciato da Chianese, Matrullo arriva sul fondo e da posizione quasi impossibile trova il pareggio, grazie ad una traiettoria stranissima, deviata da Sparaco, che beffa Merola. Il goal dà manforte ai locali che vanno al tiro con Rossi: respinge Merola (59’). Dopo più di dieci minuti, la Pasta Reggia rifiata. Paolo Di Fiore si ritrova tra le braccia la sfera, dopo il colpo di testa di Campana (61’). Su calcio piazzato gli ospiti sono sempre pericolosi. Minauda pesca Aliyev che manca il bersaglio grosso (65’). Pericolosa su calcio da fermo è anche l’Arzanese che va ad un passo dal goal. Sugli sviluppi dell’angolo di Rossi, il terzo tempo di Procentese sorprende tutti ma non Minauda che, appostato sulla linea, salva (69’). Capovolgimento di fronte e la Pasta Reggia Hermes Casagiove si riporta in vantaggio. Aliyev supera un avversario e poi scarta un cioccolatino per Mazza che trova lo spazio per il tiro e trafigge Paolo Di Fiore con un diagonale chirurgico. Primo goal in maglia giallorossa per l’ex attaccante del Gladiator che inscena una grande esultanza (71’). L’Arzanese ha subito l’occasione per il pareggio con Cirelli che, tutto solo davanti alla porta, si lascia ipnotizzare da Merola che compie un grande intervento. Lo stesso portiere è strepitoso nell’opporsi al tiro a colpo sicuro di Matrullo (76’). Intorno all’80’ Mazza ha la chance per chiudere il match ma Addeo è bravo a sbarrargli la strada. Nel finale l’Arzanese va all’assalto del pari e lo trova all’83’. In azione di contropiede la difesa casagiovese si lascia trovare scoperta. Acampora approfitta dell’uscita avventata di Merola e mette al centro per Cirelli che gode di spazio libero a centro area, a causa della mancata diagonale difensiva, ed a porta sguarnita fissa il punteggio sul 2-2. Risultato che non cambia più fino al termine della partita, nonostante le ultime offensive locali.

Tabellino: ARZANESE-PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE = 2-2 (parziali: 0-1; 2-1)

ARZANESE: Di Fiore Paolo, Rupa, Martino, Vallefuoco, Procentese, Addeo, Matrullo (77’ Acampora), Chianese, Amato (67’ Cirelli), Rossi, Autieri (89’ Di Domenico). In panchina: Della Gatta, Pezzella, Giannotti, Chiaiese. Allenatore: Giuseppe Cipolletta

PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE: Merola, Buonanno, Sparaco (77’ Leone Michele I), Desiato (53’ Mazza), Campana, Laezza, D’Alterio, Minauda, Di Fiore Gabriele (65’ Coppola), Izzo, Aliyev. In panchina: Di Bernardo, Di Gennaro, Carozza, Ostrifate. Allenatore: Domenico Santonastaso

RETE: 2’ Aliyev (P), 56’ Matrullo (A), 71’ Mazza (P), 83’ Cirelli (A)

ARBITRO: Francesco Vitale della sezione di Avellino (assistenti: Gennaro Magliacane di Torre del Greco ed Alessandro Ruocco di Ercolano)

NOTE: Ammoniti: Rupa (A); Minauda (P). Angoli: 7-3. Fuorigioco: 7-2. Recupero: 1 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo. Spettatori: 200

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE