CONDIVIDI

La juniores dell'Hermes Casagiove

L’Hermes Casagiove castiga un Gladiator troppo sprecone. Sul manto in terra battuta del campo I.A.C.P. di Santa Maria Capua Vetere, la juniores giallorossa ha la meglio sulla capolista e rinvigorisce le proprie ambizioni di risalita. Il sigillo da vero avvoltoio dell’area di rigore di Cutolo permette al club della famiglia Corsale di decidere il confronto con il punteggio di 0-1. Gara che è stata caratterizzata dal vento, che ha avvantaggiato le manovre delle due compagini un tempo per parte. Nella prima frazione i ragazzi di Di Costanzo si sono divorati diverse chance, a causa dell’imprecisione e delle grandi parate di Di Caprio. Nella seconda sono invece venuti fuori Politico & soci che hanno trovato il match-winner dell’incontro in Cutolo, che si conferma bestia nera del Gladiator dopo l’altro sigillo in campionato messo a segno sempre con i neroazzurri all’andata.

PRIMO TEMPO. La capolista arriva all’appuntamento con una vera e propria epidemia: ben undici sono le defezioni che riguardano la baby-gang di Angelo Di Costanzo, composta da dieci talentuosi atleti classe ’98 su diciassette totali. Nonostante le assenze, i neroazzurri partono meglio, favoriti nel primo tempo dal vento. Nel corso della frazione il capitano Visconte sceglie spesso la soluzione Carnevale, che da vita ad un bel duello sulla fascia sinistra con D’Alterio. Come all’8’, quando il promettente esterno offensivo chiama alla respinta in angolo Di Caprio. Termina fuori la conclusione di Visconte (18’), poi qualche minuto dopo lo stesso capitano locale viene fermato per un dubbio fuorigioco dall’arbitro (20’). Cinque giri di lancette e Zona allarga per Carnevale che si accentra e conclude a lato (25’). Nell’ultimo quarto d’ora i padroni di casa premono e danno vita ad un asfissiante assalto all’area giallorossa, davanti agli occhi all’allenatore della prima squadra e vincitore di uno scudetto con il Napoli Antonio Carannante. Al 34’ De Cecio imbecca Zona che non impatta a dovere. Visconte serve Maciariello: para a terra Di Caprio (37’). L’unico sfogo degli ospiti arriva al 39’, con la punizione di Iannitti che viene murata dalla barriera. Sul capovolgimento di fronte, sono veementi le proteste sammaritane per il presunto fallo in area di rigore di Vegliante su Carnevale, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per concedere il penalty. L’azione prosegue ed è da applausi il balzo felino di Di Caprio sulla conclusione di Maciariello. Assoluto protagonista del primo tempo tra i giallorossi, Di Caprio sale ancora una volta sugli scudi per salvare la porta dall’insidia portata da Carnevale.

SECONDO TEMPO. Il vento la fa ancora da padrone e nella ripresa usufruisce della propria gittata l’Hermes Casagiove. Partono comunque meglio i sammaritani, con il colpo di testa di Santamaria, sugli sviluppi della punizione di Serrao, che non inquadra lo specchio della porta. Replica Zampella con una conclusione terminata alta (62’). Nella seconda parte della ripresa salgono in cattedra gli ospiti di Luigi Esposito che sfruttano il vento a favore e fiutano nell’aria la possibilità di conquistare l’intera posta in palio. Intorno al 67’ Riccardis rischia l’autogoal, nel tentativo di anticipare Marino: ci mette una pezza Ferrara che devia in angolo. E’ il preludio al goal partita che arriva al 79’. Azione confusa in area di rigore, ci crede fino alla fine Cutolo che vince due rimpalli e scaraventa la palla nell’angolino, lì dove Ferrara non può arrivare. Secondo goal stagionale per il promettente ariete classe ’97 che va ad esultare insieme al presidente Michele Corsale, al tecnico Luigi Esposito ed a tutti i compagni di squadra. I ragazzi di Angelo Di Costanzo accusano il colpo e provano a riequilibrare la gara. La retroguardia giallorossa, condotta da Vegliante, Morgillo, D’Alterio e Sodano non rischia nulla, anzi c’è in due circostanze viene sfiorato il raddoppio. All’88’ Cutolo imbecca Marino che conclude sopra la traversa. Cinque minuti dopo, Marino ricambia il favore con un pregevole spunto sulla destra, palla invitante per Cutolo che anticipa il diretto marcatore ma la palla lambisce di un niente il palo (93’). E’ l’ultima emozione di una partita che termina col punteggio di 0-1 per l’Hermes Casagiove.

Tabellino: GLADIATOR-HERMES CASAGIOVE = 0-1 (parziali: 0-0; 0-1)

GLADIATOR: Ferrara, Valentino (89’ Granese), Riccardis, Serrao, Santamaria, Mormile, Carnevale, Zona (80’ Oliviero), Maciariello (63’ Piscopo Michele), Visconte, De Cecio (78’ Salzillo). In panchina: Piscopo Augusto, Grimaldi. Allenatore: Angelo Di Costanzo

HERMES CASAGIOVE: Di Caprio, D’Alterio, Vitale (63’ Rossi), Gori, Morgillo, Vegliante, Politico (48’ Cutolo), Di Biasio (67’ Alizieri), Marino, Zampella (91’ Casertano), Iannitti (78’ Sodano). Allenatore: Luigi Esposito

RETE: 79’ Cutolo (H)

ARBITRO: Michele Palomba di Torre del Greco

NOTE: Ammoniti: Riccardis (G); Vegliante, Alizieri (H). Angoli: 7-3. Fuorigioco: 1-0. Recupero: 1 nel primo tempo; 5 nel secondo tempo. Spettatori: 70 circa

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE