CONDIVIDI

Domenico Santonastaso e Roberto Corsale

L’Hermes Casagiove non si è data per vinta e nel secondo dei cinque minuti di recupero ha ottenuto una vittoria che vale tantissimo sia per la classifica che per il morale. Una vittoria che permette di conquistare il quart’ultimo posto in classifica e prepararsi nel migliore dei modi ai prossimi impegni di campionato. Dopo l’abbraccio fraterno con il team manager Salvatore Saldamarco e con tutte le persone che contribuiscono ogni giorno all’attività casagiovese, nel post-partita il tecnico Domenico Santonastaso ha applaudito tutta la squadra: “Firmerei per ottenere ogni partita un trionfo del genere al 92°? Assolutamente si. I ragazzi ci hanno messo quel cuore, quella cattiveria giusta che voglio vedere nella mia squadra sempre. Dobbiamo crederci fino al 95°. Venivamo da due buone prestazioni, in cui non abbiamo raccolto quello che meritavamo. Sabato abbiamo dimostrato di valere con una prestazione sopra le righe”. Affermazione raccolta nonostante le defezioni: “Nonostante avessimo diverse assenze, non abbiamo rischiato niente. Li abbiamo chiusi nella loro area, abbiamo dato il massimo e ci abbiamo creduto fino alla fine. Il capannello che si è formato in occasione del goa è stato bellissimo. Questo vuol dire che il gruppo crede nella salvezza, crede nell’Eccellenza, vuole fare bene per salvare il Casagiove il prima possibile”.

E’ arrivato giusto in tempo per godersi il goal vittoria. Impegnato in mattinata per un appuntamento di natura politica, il direttore sportivo Roberto Corsale è entrato al “Comunale” di Curti, qualche minuto prima del sigillo di Vincenzo Capobianco. Una gioia incontenibile per il dirigente casagiovese: “Per impegni istituzionali non ho potuto assistere all’intera gara. Ad un certo punto non ce l’ho fatta più e mi sono fatto accompagnare al campo. Una gioia immensa, non fa nulla se ho perso tutta la serenità che avevo acquistato in mattinata. E’ stata la vittoria di tutti, dalla squadra alla dirigenza, dal magazziniere fino ai tesserati della scuola calcio”. Gara che serviva per alimentare le speranze salvezza: “Vittoria bella e sofferta, di sacrificio e di cuore. E’ giunta negli ultimi istanti contro una squadra molto attrezzata. Importante mettere fieno in cascina, prima di un ciclo difficile contro squadre proiettate a ben altri lidi. Infatti ora giocheremo con la Virtus Volla, una squadra importante che ha vinto le ultime due finali di Coppa Italia regionale. Noi dobbiamo pensare” – conclude il dirigente giallorosso – “a mantenere la calma, preparandoci eventualmente anche i play-out con quell’umiltà che ci ha sempre contraddistinto”.

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE