CONDIVIDI

hermes-casagiove logo

L’Hermes Casagiove paga dazio nello scontro salvezza  contro la Nuova Quarto per la legalità. Al “Giarrusso” i giallorossi della famiglia Corsale abdicano con il punteggio di 3-0 e piombano al penultimo posto in classifica. Partita dai due risvolti per l’Hermes che nei primi minuti tiene testa ai padroni di casa, poi dopo lo svantaggio si è sgretolata come neve al sole. Il morale è sotto terra per Merola & soci che ora hanno l’obbligo di rialzarsi sabato prossimo contro la Sessana.

PRIMO TEMPO. La pioggia, che perversa già da diversi giorni in Campania, rende viscido il manto in erba sintetica di Quarto. I padroni di casa si dimostrano da subito più grintosi e si rendono pericolosi con Tucci (9’). La retroguardia giallorossa rischia grosso al 29’. Missile su punizione di Gaveglia, Merola fa quel che può e la palla carambola sui piedi di Di Fusco, terminando clamorosamente a lato. Scampato il pericolo, i casagiovesi hanno l’opportunità di sbloccare il risultato in almeno tre circostanze. Al 34’ ripartenza veloce guidata da Scarpato, triangolazione con Capobianco e cross troppo alto per Russo. Due minuti dopo Izzo riceve da Scarpato e sfiora il palo con una conclusione dal limite (36’). Altri due minuti e Capobianco manca il bersaglio grosso di un soffio, su traversone di Izzo (38’). “Goal mangiato goal subito”: la legge del calcio non fa sconti, così al 42’ il Quarto si porta in vantaggio. Merola non riesce a bloccare il cross dalla destra di Tucci e la palla giunge al limite dell’area: ne approfitta Fusco che esplode un missile che termina in rete, grazie alla deviazione decisiva di qualche atleta giallorosso.

SECONDO TEMPO. Il tecnico Domenico Santonastaso striglia i suoi negli spogliatoi e cerca di rimotivarli dopo la doccia fredda subita. Oggi orfani dello squalificato allenatore Ciro Amorosetti e del capitano Zinno, i padroni di casa acquisiscono la giusta forza grazie al goal ed al 47’ raddoppiano. Una sfera innocua resta per troppo tempo in area di rigore, poi entra nello spazio d’azione di Palma che non ci pensa due minuti e di contro balzo trafigge Merola. L’Hermes potrebbe accorciare le distanze al 57’, ma il tentativo di Mingione, su calcio piazzato di Scarpato, non inquadra lo specchio. I giallorossi danno il tutto per tutto ma non riescono a pungere. Di Fusco si divora il terzo goal al 64’, poi i flegrei restano in dieci per l’espulsione per doppia ammonizione di Melcarne. Nonostante ciò, il Quarto è più cinico e Caiazzo all’87’ sigla il definitivo 3-0.

Tabellino: NUOVA QUARTO PER LA LEGALITA’-HERMES CASAGIOVE = 3-0 (parziali: 1-0; 2-0)

NUOVA QUARTO PER LA LEGALITA’: Ciccarelli, Giacchetti, Sica, Di Fusco, Melcarne, De Gennaro, Fusco (91’ Ciocia), Gaveglia, Vingelli (62’ Caiazzo), Palma (81’ Foti), Tucci. In panchina: Celentano, Raiano, Maddalena, Morabito. Allenatore: Vincenzo Di Vicino (sostituisce lo squalificato Ciro Amorosetti)

HERMES CASAGIOVE: Merola, Salzillo Francesco (70’ D’Alterio), Degli Innocenti, Desiato, Mingione, Laezza, Russo, Mastroianni (81’ Santonastaso), Capobianco, Izzo (65’ Fucci), Scarpato. In panchina: Di Caprio, Iannitti, Sodano, Salzillo Pasquale. Allenatore: Domenico Santonastaso

RETI: Fusco 42’ (Q), Palma 47’ (Q), Caiazzo 89’ (Q)

ARBITRO: Oscar Ozzella della sezione di Benevento (assistenti: Pietro Celiento di Frattamaggiore e Luigi Spetrillo di Napoli)

NOTE: Ammoniti: Fusco, Giacchetti, Gaveglia (Q); Degli Innocenti, Mastroianni, D’Alterio, Desiato (H). Espulso: Melcarne per doppia ammonizione all’80’ (Q). Angoli: 4-2. Fuorigioco: 3-1. Recupero: 1 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo. Spettatori: 70 circa

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE