CONDIVIDI

image

Il confronto di debutto dell’Hermes Casagiove, al cospetto di una delle squadre più blasonate del panorama provinciale, è stato memorabile. Contro il Gladiator, club che si gioca il secondo posto nel podio delle piazze della provincia di Caserta insieme a Marcianise ed Aversa (ovviamente dietro la Casertana), è stata conquistata la prima vittoria esterna in Eccellenza. Un’affermazione che la famiglia Corsale stentava a credere, rintanata insieme ai propri seguaci nel settore ospiti del “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere. L’entusiasmo scatenante di fine partita si racchiude nelle parole del tecnico Domenico Santonastaso, tra le sorprese del girone A di Eccellenza per il modo in cui sta plasmando il gioco dell’Hermes Casagiove: “L’importanza di questa vittoria la dice la classifica. Conseguenza di una prestazione stupenda, da fervido credente del lavoro questa è la dimostrazione che al lavoro consegue sempre al risultato. Fare risultato pieno archivia in parte i passi falsi ottenuti nelle scorse settimane contro Virtus Volla, Atletico Vesuvio Herculaneum e Portici 1906, provocati dalla sfortuna, dalle defezioni e da altri fattori negativi. Abbiamo lasciato qualche punto per strada, però ora sono stracontento di questa vittoria che ci regala nuove speranza per la salvezza”. Blitz su cui è apposta la firma di Benito Izzo, autore della perla che ha deciso il duello del Piccirillo: “Non lo dico io che Benito ha calcato settori giovanili e categorie importanti. Il colpo ce l’ha, ci ha creduto ed è andata bene. Dello stesso valore del goal il bel gioco offerto, infatti abbiamo fatto capire alla platea di Santa Maria Capua Vetere che l’Hermes sa costruire ottime trame di gioco”. Da ieri è iniziata la finestra di mercato di riparazione, che sarà utile a puntellare quei tasselli che mancano al puzzle: “Il mio organico attuale ha dimostrato di potersela giocare con tutti. Il mercato ci da qualche possibilità, la classifica ce lo impone, quindi abbiamo il diritto ed il dovere di provarci e sistemare la squadra. I rinforzi ci vogliono, in settimana spero di avere qualche soluzione diversa in organico, al fine di poter puntare da subito alla salvezza”. Infine l’ex trainer del Real San Felice a Cancello, coadiuvato dal figlio Francesco, anticipa il discorso sulla prossima gara: “Sabato per me sarà quasi un derby, poiché San Marco Trotti è il paesino nativo di mia moglie. E’ chiaro che io faccio gli interessi dell’Hermes e spero che vinca. La famiglia Corsale merita di raccogliere dei risultati, poiché fa tanti sacrifici nonostante non abbia nelle difficoltà una struttura adeguata”.

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE