CONDIVIDI

Ai nastri di partenza la stagione della juniores regionale. L’allenatore Luigi Esposito: “Quest’anno alleno un gruppo più giovane ma l’obiettivo è sempre la qualificazione ai play-off”

 

Parte nel fine settimana la stagione agonistica della juniores regionale dell’Hermes Casagiove. La compagine giallorossa, inserita nel girone A del campionato di Attività Mista, si è laureata campione del raggruppamento casertano nella passata stagione e quest’anno cercherà in tutti i modi di confermare la propria leadership. Per il quarto anno consecutivo siederà sulla panchina casagiovese l’esperto allenatore Luigi Esposito, una delle figure storiche del pianeta Hermes che lavora in piena sinergia con la famiglia Corsale. In appena tre stagioni, il tecnico di Casapulla ha condotto la juniores ai primi tre posti del podio. Dal beffardo terzo posto del 2011-2012, al secondo posto e prima qualificazione ai play-off del 2012-2013, e per concludere l’anno scorso con il trionfo ed il raggiungimento degli ottavi di finale dei play-off: percorso che è stato interrotto da una cocente sconfitta sull’isola d’Ischia contro i pari età del Florigium. Ad appena quattro giorni dal debutto in campionato, il tecnico di Casapulla si sofferma a parlare del nuovo gruppo, con cui sta preparando la stagione da più di un mese: “Quello che sta per iniziare sarà un anno diverso dagli altri. Nelle precedenti stagioni abbiamo ottenuto un terzo, secondo e primo posto. In questa stagione, invece, abbiamo deciso di puntare soprattutto sui ‘98, in maniera tale da arrivare pronti  con gli under l’anno prossimo. Il comparto giovani è il fulcro già della prima squadra, quindi il modello deve essere seguito anche dalla juniores, dando più spazio ai ‘98 che ai ’96 e non dimenticando i fuoriquota classe ’95. A seconda delle difficoltà del girone e se ci rendiamo conto che possiamo ripeterci come l’anno scorso, premeremo il piede sull’acceleratore, con l’obiettivo di andare oltre gli ottavi e puntare ai quarti se non alla semifinale. La società è matura per raggiungere questo obiettivo, supportata dalla qualità dei propri giovani”. Fautore di stagioni esaltanti alla guida delle selezioni giallorosse, Luigi Esposito è riuscito a plasmare diversi giovani che ora stanno raccogliendo consensi in prima squadra. Con la giusta mentalità di usare carota e bastone all’occorrenza, il trainer casertano entra più nello specifico: “La dirigenza è molto entusiasta. Innanzitutto, si è formato già un bel gruppo che sin da subito si è applicato. L’unica differenza che potrebbe frenarli e non mettere in preventivo la qualificazione, è il fatto che si tratta di una squadra molto più giovane e meno esperta. Ad un manipolo di confermati, sono stati aggiunti diversi rinforzi, provenienti dagli Allievi e da altre società. L’inesperienza può essere un gap da annullare con la qualità ed il lavoro sul campo. Riguardo la rosa, credo che ci siano quattro, cinque ragazzi che, in prospettiva, potranno avere spazio in prima squadra. Parlo di quattro ‘97 ed un ’98. Spero che già quest’anno l’allenatore Santonastaso li faccia allenare in prima squadra, affinché si renda conto di che personalità e che pasta sono fatti”. Infine Esposito si esprime su quali saranno le avversarie del raggruppamento casertano: “È chiaro che il girone è diverso rispetto all’anno scorso. Ci sono almeno due squadre che fanno l’Eccellenza, la Sessana ed il Gladiator, che usufruiscono di un comparto giovani già forte. Rivedremo in campo il Vitulazio che si è rinforzato, il Capua che può sempre insediare. Non dimentichiamoci delle outsider Cellole e Zupo Teano. Siamo pronti per affrontare e vincere tutte le partite. Non per presunzione ma per continuità di lavoro, abbiamo il dovere di puntare sempre al massimo”.

DOMENICO VASTANTE
UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE

IMG_9331.JPG