CONDIVIDI

Napoli calcio femminile

Parte domattina in treno per Bologna una Carpisa Yamamay Acquachiara che si giocherà nella piscina dello Sterlino le ultime chances di salvezza. Se vogliono evitare la retrocessione, le biancazzurre di Barbara Damiani devono fare almeno 7 punti nelle giornate che rimangono fino al termine della regular season. Sei punti, infatti, potrebbero non bastare: anche se l’Acquachiara raggiungesse a quota 6 Imperia e Rari Nantes Bologna, si troverebbe a fare i conti con una classifica avulsa nettamente svantaggiosa rispetto a liguri ed emiliane. Nel girone d’andata, infatti, la Carpisa Yamamay ha perso alla Scandone 7-10 contro l’Imperia e 5-7 contro Bologna.

Quindi non basta vincere domani pomeriggio (ore 15) a Bologna, è indispensabile imporsi almeno con tre reti di scarto. “E’ quello che cercheremo di fare”, dichiara Barbara Damiani, che non ha sciolto i dubbi circa la formazione che giocherà sotto il pallone pressostatico dello Sterlino. Una piscina dove il pubblico, peraltro sempre correttissimo, si trova a stretto contatto con la vasca di gioco risultando il 14° giocatore della squadra di Grassi.

 

COMUNICATO STAMPA CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA