CONDIVIDI

In Sicilia contro il Nebrodi le partenopee vincono 2-4 dopo il doppio svantaggio

grazie a una splendida ripresa della figlia d’arte e Moraca

massa

Il Napoli Carpisa Yamamay vince nel finale lo scontro diretto in Sicilia contro il Nebrodi (2-4). Le napoletane, con diverse assenze, soprattutto a centrocampo, sono andate in svantaggio alla mezzora del primo tempo con le reti di Buttaccio e Dragotto in soli due minuti. Nella ripresa, però, è stato determinante l’ingresso di Azzurra Massa, che al 54’ ha accorciato le distanze e all’80’ ha trovato anche la rete del pareggio. Nei minuti finali, poi, si è scatenata Giusy Moraca, fresca della convocazione nella nazionale under 23, che all’82’ e al 90’ ha messo a segno la doppietta personale che ha regalato la vittoria alla squadra partenopea.

“È stata la partita più bella sul piano emotivo – spiega il tecnico, Alessandro Riccio -, anche a causa delle tante assenze. Nel primo tempo abbiamo giocato bene ma con poco carattere e abbiamo pagato delle disattenzioni. Nell’intervallo ho provato a tirare fuori l’orgoglio delle ragazze e loro in campo hanno risposto alla grande. Abbiamo giocato un’ottima ripresa dopo l’ingresso di Massa, sfiorando più volte il gol e riuscendo nel finale a portare a casa una vittoria molto importante grazie anche a due splendide giocate di Moraca”.

Il Napoli Carpisa Yamamay tornerà in campo domenica 14 febbraio allo stadio Collana contro la Lazio.

 

Nebrodi-Napoli Carpisa Yamamay 2-4

Nebrodi: Vitale, Cusmà, Fiocco, Filangeri, Di Piazza, Trassari, Rigaglia, Buttaccio, Dragotto, Minciullo, Raffaele. A disp.: Sanfilippo, Pizzino, Lazzara, Lesta, Polizzotto. All. Balleriano.

Napoli Carpisa Yamamay: Kaselytè, Cuciniello, Giuliano, Russo, Di Marino, Esposito V., De Biase, Esposito L., Tagliaferri, Moraca, Lanzetta (46’ Massa). A disp.: Parnoffi, Musella, Papillo, Grazioso. All. Riccio

Arbitro: D’Asciano (Roma 2)

Marcatori: 30’ Buttaccio (Ne), 32’ Dragotto (Ne), 54’ e 80’ Massa (Na), 82’ e 90’ Moraca (Na)

Ammoniti: Cusmà, Filangeri (Ne), Russo, Moraca (Na)

 

Napoli, 7 febbraio 2016