CONDIVIDI

 

bale

Sabato di vittorie per le tre grandi della Liga, la classifica a sei giornate dalla fine resta così immutata con l’Atletico Madrid che mantiene un punto di vantaggio sul Barcellona e tre sul Real Madrid. I Colchoneros vincono 1-0 una gara tutt’altro che esaltante al Vicente Calderon contro il Villarreal, Simeone senza Diego Costa si affida in avanti a David Villa e Raul Garcia. E’ l’esterno spagnolo a regalare con un gol di testa su azione da corner al 14′ i preziosi tre punti. Per il Sottomarino giallo è una sconfitta pesante che spegne i sogni Champions, il quarto posto resta distante sette punti con una partita in più dell’Atletico Bilbao.

Meno complicata la vittoria del Barcellona che batte il Betis, ultimo in classifica, per 3-1. Martino fa poco turnover, in panchina va Neymar, ma Messi parte dal primo minuto. Proprio l’argentino sblocca la gara al 14′ realizzando un calcio di rigore guadagnato da Sanchez. Nella ripresa il raddoppio blaugrana è favorito da un’autorete di Figueras 67′. Due minuti dopo i biancoverdi accorciano le distanze con Ruben Castro. Il gol che chiude la gara lo realizza Messi all’86’ che sbaglia il rigore, ma segna sulla ribattuta di Adan.

Infine è il Real Madrid a vincere la partita più complicata, almeno sulla carte, delle tre grandi. Invece i Blancos espugnano con facilità l’Anoeta battendo la Real Sociedad per 4-0. Ancelotti deve rinunciare a Ronaldo uscito malconcio dalla sfida di Champions. Ma a trovare il gol del vantaggio ci pensa l’ex della gara Illarramendi al 45′. Il sigillo sulla gara lo mette Gareth Bale nella ripresa con un tiro da fuori. Nel finale arrivano anche il terzo gol con Pepe e il quarto con Morata.

Ora tutte e tre le spagnole saranno impegnate in settimana nel ritorno dei quarti di Champions League. Se il Real Madrid può gestire tranquillamente i tre gol di vantaggio a Dortmund, sarà una vera corrida a Madrid dove l’Atletico deve difendere il prezioso 1-1 conquistato a Barcellona.

Francesco Ragosta