CONDIVIDI

yayatoure

Ad aprire il week-end della Premier League è il Manchester City che non sbaglia e si sbarazza in casa del Southampton con il punteggio di 4-1. I Citizens si riportano così ad un solo punto dal Liverpool, che ha però una partita in più, a sbloccare la gara è Yaya Tourè che non sbaglia dal dischetto, sempre dal dischetto il pareggio degli ospiti con Lambert. La squadra di Pellegrini spegne i sogni dei Saint con un terribile uno-due nel recupero del primo tempo: Nasri segna (in fuorigioco) servito da Silva e Dzeko di testa fa tris su assist di Kolarov. Nella ripresa c’è gloria anche per l’ex Fiorenina Jovetic che sigla il poker all’81’. Tre punti senza problemi anche per l’altro Manchester, lo United va a vincere infatti 4-0 al St. James’ Park contro il Newcastle grazie ad una doppietta di Mata e ai gol del Chicharito Hernandez e di Januzaj.

A comandare però la Premier c’è il Chelsea che vince 3-0 in casa contro lo Stoke, ma la squadra di Mourinho ha una partita in più del Liverpool (un punto sotto) e addirittura due in più del Man City (due punti sotto). Il tecnico portoghese indovina tutti le mosse, in vista della Champions fa riposare Oscar e Hazard e lancia dal primo minuto Salah. E’ proprio l’egiziano a sbloccare la gara al 32′. Il raddoppio lo segna Lampard nella ripresa al 61′ ribadendo in rete dopo essersi fatto parare il rigore da Begovic. Il tris che chiude la gara arriva grazie ad uno splendido tiro dal limite di Willian al 72′.

In coda, sconfitta drammatica per il Cardiff che perde 3-0 in casa con il Crystal Palace (doppietta per Puncheon e Ledley) ed è a sei punti dalla salvezza. Un punto in più per il Fulham che vince 2-1 al Villa Park contro l’Aston Villa, decide Rodallega all’86’ dopo che Holt aveva pareggiato il primo vantaggio londinese con Richardson. Vittoria preziosa anche per il WBA che aggancia il Norwich al quint’ultimo. Decisivo per l’1-o finale il gol di Amalfitano al 16′. Con lo stesso punteggio l’Hull City batte lo Swansea ed è ormai salvo, al “KC Stadium” decide un gol di Boyd al 39′.

Intanto in Championship, c’è già una squadra che può festeggiare la promozione in Premier. Il Leicester con ben sei giornate d’anticipo torna nel massimo campionato inglese avendo ben 19 punti di vantaggio sulla terza in classifica.

Francesco Ragosta