CONDIVIDI

image

Per molti era il quarto più sbilanciato della vigilia, ma in campo il Manchester United ha ribaltato i pronostici e messo tutto l’orgoglio possibile riuscendo così a limitare fortemente il Bayern che alla fine può essere soddisfatto per l’1-1 conquistato all’Old Trafford. Un pari che forse lascerà più rimpianti alla squadra di Moyes che a Guardiola.
Il tecnico scozzese senza Van Persie ed Evra (sostituito da Buttner) preferisce Welbeck a Hernandez in attacco, supportato da Rooney, Valencia e Giggs. Il Bayern gioca senza punte di ruolo, Mandzukic è in panchina, Muller guida l’attacco con Robben, Ribery e Kross alle sue spalle. Confermato Lahm nell’insolito ruolo di centrale di centrocampo.
Il Manchester United non è per nulla rinunciatario, ed affronta senza timore il Bayern Monaco. Dopo due minuti Welbeck trova il gol, ma l’arbitro annulla per gioco pericoloso dell’attaccante. La squadra di Guardiola con il passare dei minuti entra in partita, e Robben e Ribery mettono in difficoltà la difesa inglese. I padroni di casa fanno sempre più fatica ad uscire dalla propria metà campo, narcotizzati dall’infinito possesso palla dei bavaresi. Possesso palla e accelerazioni improvvise, De Gea deve superarsi su un tiro all’angolino di Robben al 30′. Ma la più grande occasione del primo tempo capita al 39′ ai Red Devils, Rooney serve Welbeck in campo aperto, l’inglese vince il duello con Boateng e si ritrova solo davanti a Neuer, ma sbaglia completamente la conclusione scegliendo un improbabile pallonetto che viene respinto con facilità dal portiere tedesco.
La ripresa comincia con un cambio per i padroni di casa, Kagawa prende il posto di Giggs. Il finale di primo tempo ha scrollato la paura di dosso alla squadra di Moyes che parte all’attacco nella ripresa e trova il gol del vantaggio al 55′ con un colpo di testa di Vidic, su angolo battuto da Kagawa, lasciato inspiegabilmente solo dalla difesa del Bayern. Nel momento migliore dello United che sembra poter fare ancora male, arriva il pareggio dei tedeschi, al 66′ cross di Rafinha per il neo-entrato Mandzukic (al posto di Muller) che fa da sponda per Schweinsteiger, perfetto il tiro al volo del centrocampista che batte De Gea. Con il risultato di nuovo in parità, il Bayern torna a fare la sua partita con tanto possesso palla sfiorando il gol con Robben. Nel finale entrano Gotze da una parte per Kross e Young e Hernandez dall’altra per Buttner e Welbeck. Nel finale gli ospiti restano in 10 per l’espulsione di Schweinsteiger (Guardiola al ritorno dovrà rinunciare anche ad Javi Martinez, diffidato ed ammonito). La partita finisce così senza altre emozioni, la squadra di Moyes probabilmente potrà rammaricarsi per non essere riuscito a mantenere il vantaggio più a lungo. Il pari comunque tiene in corsa gli inglesi, che forse alla vigilia non ci credevano di poter andare all’Allianz Arena con concrete chance di qualificazione.

Francesco Ragosta