CONDIVIDI

Ciro Borriello, Assessore allo Sport del Comune di Napoli, è intervenuto in diretta a “Donne nel Pallone”, programma di Sonia Sodano in onda su Julie Italia (canale 19 del digitale terrestre).

Per gennaio mi auspico un mercato ben studiato, più funzionale rispetto a quello fatto lo scorso giugno. La rosa è incompleta con qualsiasi modulo si voglia adoperare, pensando al 4-3-3 che vuole adoperare Gattuso, direi che un calciatore “regista” sia quello che ci vuole. Sarà che sono affezionato ad un vecchio calcio, ma il ruolo da regista non lo abolirei mai, non riesco a vedere una squadra senza questa figura fondamentale che detta i tempi di gioco e dà tanta qualità.

Lo Stadio Collana è stato inaugurato, ma necessita ancora di alcuni accorgimenti, sono in corso degli approfondimenti fatti da vari uffici: dalle carte pervenute ci risulta che sono stati presentati dei permessi che però non hanno efficacia normativa. Tutti quanti noi vogliamo che il Collana riapra e che sia l’impianto non solo per gli sportivi vomeresi, ma per quelli della città tutta. La volontà c’è da parte di tutti, ma è necessario cooperare per superare tutte le criticità emerse.

Gattuso? Lo stimavo molto come professionista, uno dei miei giocatori preferiti, un mediano tutto mente e cuore. Un modo di essere che spero possa trasferire alla squadra. Il profilo, secondo me, è quello che serviva, l’ambiente e il team avevano bisogno di una scossa forte e lui è quella figura ideale a fare ciò. Come allenatore non ha dimostrato grandi cose anche se è bravo. Non sempre è riuscito a imporre il suo carattere alle squadre che ha allenato. Fino ad ora non ha avuto molta fortuna, spero che Napoli sia la piazza ideale per far emergere il suo carattere e che sia la stessa città a portargli fortuna perchè, molto spesso, gli allenatori hanno anche bisogno di fortuna per emergere. Credo che Napoli sia la piazza giusta per far emergere un allenatore alle prime esperienze e che potrà dare le giuste soddisfazioni a noi tifosi e anche a lui come professionista.

Il calcio femminile? Il Napoli Femminile ha dimostrato grandi cose in Serie B, merita di avere il pubblico della città sugli spalti, è per questo che daremo loro lo Stadio Caduti di Brema di Barra, ristrutturato in occasione delle Universiadi di quest’anno e inaugurato una settima fa. Non più a Casamarciano, quindi, ma nel cuore della parte est della città.