CONDIVIDI
FOGGIA, ITALIA 4 FEBBRAIO 2017, 24a GIORNATA DI RITORNO DEL CAMPIONATO DI CALCIO LEGA PRO GIRONE C 2016/17, FOGGIA VS MESSINA, NELLA FOTO: ESULTANZA FOGGIA

Continua più avvincente che mai il duello fra Foggia e Lecce per assicurarsi la prima posizione finale, che vale la promozione diretta in serie B. Dopo il 34° turno situazione immutata al vertice del girone C con i satanelli che conservano 6 punti di vantaggio sui salentini a quattro giornate dalla conclusione della regular season. Il Foggia di Stroppa compie l’ennesimo passo verso la Serie B battendo in trasferta la Casertana per 0-3. Mazzeo sblocca la partita sul finire del primo tempo, nella ripresa Di Piazza trova subito il raddoppio e nel finale ancora Mazzeo sigla il definitivo 3-0 su rigore. Con questo successo esterno i rossoneri conquistano la nona vittoria di fila che gli consente di tenere a 6 lunghezze il Lecce. I salentini con lo stesso punteggio al “Via del Mare” si portano a casa il derby con il Taranto e proseguono la loro corsa verso i play-off. Al 24′ Lepore insacca il gol del vantaggio dagli undici metri,pochi minuti dopo Torromino sigla il raddoppio sul quale vanno le squadre negli spogliatoi. Nel secondo tempo si vede un Taranto più offensivo, alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita: ma gli uomini di Padalino sono attenti e all’83’ con Doumbia trovano il tris e i tre punti. Il Matera vince lo scontro diretto sul campo della Juve Stabia e consolida la terza posizione: in quello che può essere considerato un anticipo di play-off, Marotta illude in avvio le “Vespe”, ma un’autorete di Liviero e il guizzo al 93′ di Carretta consentono di ribaltare tutto all’undici di Gaetano Auteri, così da firmare un colpo prezioso.

Il Siracusa di mister Sottil conferma l’ottimo momento di forma andando ad espugnare per 2-1 il terreno del Cosenza. De Silvestro porta gli aretusei in vantaggio. La rete regala coraggio ai siciliani che nella ripresa, al 50′, segnano il raddoppio con Azzi. I tentativi dei Lupi di riaprire la gara non scalfiscono l’organizzato undici siciliano rendendo quindi inutile, se non per le statistiche, il gol di Baclet su rigore in pieno recupero. Tre punti molto importanti per il Siracusa che aggancia la Juve Stabia a quota 54 punti. Crolla la Virtus Francavilla che dopo la sconfitta con il Catania cade anche in casa per mano della Fidelis Andria. I biancazzurri vincono 2-0 (a segno Cianci e Croce) e continuano a condividere la decima posizione con la Paganese, a sua volta vittoriosa per 2-1 sul campo dell’Akragas. La doppietta di Reginaldo fa volare i campani, inutile la rete al 94′ dell’Akragas con Salvemini. Il Messina, reduce dal pari proprio con la compagine agrigentina, raccoglie un altro punto esterno a Fondi (Milinkovic su penalty risponde a Giannone). Finisce 1-1 anche a Monopoli, dove contro il Melfi tornava in panchina Diego Zanin richiamato dalla dirigenza al posto di Giovanni Bucaro dopo il 6-2 casalingo subito contro il Cosenza: Genchi ha illuso i pugliesi, ripresi però da Esposito che tiene accesa una fiammella di speranza per quella che è l’ultima della classe. Termina 1-1 la sfida fra la Vibonese, a caccia di punti salvezza, e il Catania, che prova invece a riacciuffare i playoff dopo l’ultimo periodo opaco. Viola porta avanti i calabresi, risponde Barisic per gli etnei. Molto importante in chiave salvezza è l’affermazione della Reggina, ottenuta nel derby al “Granillo” con il Catanzaro, firmata da Kosnic per gli uomini di Zeman junior, reduci dal primo successo stagionale esterno.

 

Risultati Girone C, 34/a giornata: Akragas-Paganese 1-2, Casertana-Foggia 0-3, Cosenza-Siracusa 1-2, Fondi-Messina 1-1,
Juve Stabia-Matera 1-2, Lecce-Taranto 3-0, Monopoli-Melfi 1-1, Reggina-Catanzaro 1-0, Vibonese-Catania 1-1, Virtus Francavilla-Fidelis Andria 0-2.