CONDIVIDI

In attesa del posticipo di questa sera del Foggia, la 29a giornata del girone c di lega Pro vede un nuovo avvicendamento in vetta. Il Lecce, infatti, sfrutta l’impegno casalingo per per riportarsi davanti ai rossoneri di Giovanni Stroppa. Al “Via del Mare” i giallorossi battono 1-0 un buon Catania, che gioca un’ottima partita nonostante una settimana molto travagliata per via delle vicende societarie e le dimissioni di Petrone. Il gol da tre punti si realizza nella ripresa ed è Costa Ferreira ad estrarre dal cilindro un tiro micidiale che fulmina il portiere siciliano. Il Matera dopo la conquista della finale di Coppa Italia torna alla vittoria anche in campionato (dove era a secco da ben cinque giornate) battendo per 2-0 la Reggina. Di Di Lorenzo e Negro le due reti che portano al successo la truppa di Auteri che con questo successo raggiunge il terzo posto visto che restano a mani vuote sia Juve Stabia che Virtus Francavilla. Le Vespe infatti cadono in casa nel derby campano con la Paganese. Il primo tempo si conclude senza grandi emozioni mentre nella ripresa gli ospiti entrano in campo con maggiore convinzione e trovano il gol decisivo al 55′ con Bollino che regala agli azzurrostellati un successo vitale in ottica salvezza. La Virtus Francavilla, invece, sin quindi rivelazione del campionato, cade a sorpresa sul campo della Vibonese. La formazione brindisina perde così una grande chance di superare in classifica la Juve Stabia, mentre per la Vibonese si tratta di una vittoria che dà una boccata d’aria ai rossoblù. Bubas e Sowe siglano i gol dei padroni di casa.

 

Al sesto posto sale intanto il Siracusa che si aggiudica il confronto diretto con il Fondi (non perdeva da due mesi e mezzo) con una segnatura di Scardina nel finale di match. Subito dietro ai siciliani c’è il Cosenza che vince in casa contro la Fidelis Andria in un match che, dopo tante occasioni sciupate dai rossoblù, stava per trasformarsi in un pareggio clamoroso. Lupi incontenibili nel primo tempo: Statella porta in vantaggio i suoi al 25′, con Tedeschi che raddoppia al 27′ e Mungo che sfiora il tris poco dopo. Nella ripresa Statella e Mendicino sprecano tre succose palle gol per il tris calabrese. Quando la partita sembra essere in ghiaccio, Tito riapre i giochi con un sinistrio favoloso; al 90′ Croce manda fuori di pochissimo un colpo di testa, sfiorando un pari che avrebbe avuto dell’incredibile. Il Messina impone il pareggio alla Casertana, raccogliendo un punto pesante in prospettiva permanenza in categoria. Sconfitta casalinga per il Taranto che cade in casa contro un Akragas cinico e determinato. Nella prima frazione di gioco Cocuzza porta avanti i siciliani, mentre nella ripresa arriva il raddoppio di Coppola. Si ferma così la striscia positiva del Taranto che rimane a 29 punti con i siciliani che si portano invece a casa tre punti preziosissimi per allungare sull’ultimo posto. Vittoria al 90′ del Melfi che batte di misura il Catanzaro in una gara molto nervosa terminata con un’aggressione ai danni di Gomez e Leone da parte di alcuni sostenitori calabresi.
Risultati Girone C, 29/a giornata: Casertana-Messina 0-0, Cosenza-Fidelis Andria 2-1, Juve Stabia-Paganese 0-1, Lecce-Catania 1-0, Matera-Reggina 2-0, Melfi-Catanzaro 1-0, Siracusa-Fondi 1-0, Taranto-Akragas 0-2, Vibonese-Virtus Francavilla 2-0.