CONDIVIDI

Nella 18a giornata del Girone C di Lega Pro non hanno tradito le attese le prime quattro squadre della classifica, lasciando così inalterata la situazione in vetta. Il Lecce conserva dunque il primato solitario in classifica grazie al ritorno alla vittoria casalinga per 3-1 ai danni della Paganese. A spingere i giallorossi di Padalino sono Lepore e Caturano che mettono in ghiaccio la partita già nella prima frazione, nella ripresa i campani non mollano e accorciano le distanze con Reginaldo, ma poco dopo è ancora Lepore ad andare a segno e a chiudere il match. Il Matera di Gaetano Auteri conferma l’ottimo stato di salute imponendosi anche a Monopoli. Gli ospiti chiudono il primo tempo in vantaggio per 2-0 in virtù delle reti siglate da Armellino e Iannini. Ad inizio secondo tempo i locali riaprono i giochi con Genchi, ma a metà di ripresa Meola trova la rete del definitivo 3-1. La Juve Stabia batte 1-0 l’Akragas e conquista tre punti pesantissimi che le consentono di salire a quota 35 punti in classifica. Dopo un primo tempo tutto sommato avaro di occasioni, nella ripresa le vespe trovano il gol con Kanoute. Il Foggia si rialza dopo la sconfitta interna nel turno infrasettimanale e lo fa vincendo a Melfi. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, nella ripresa avviene l’espulsione che indirizza la partita sui binari dei pugliesi. Obeng viene espulso e un minuto dopo i satanelli passano in vantaggio grazie all’autorete di Bruno ma più tardi i padroni di casa trovano la rete del pari con Foggia. A nove minuti dal termine i lucani avrebbero la possibilità per passare in vantaggio, ma De Vena fallisce un calcio di rigore: per la legge non scritta del “gol sbagliato, gol subito”, i rossoneri trovano prima la rete del 2-1 con Sarno e poi quella del tris con Sicurella. Il Foggia sale a 34 punti, i gialloverdi restano a 17.

juve-stabia

Il Cosenza vince una partita molto tirata allo scadere del match contro il Messina: a decidere l’incontro, il rigore trasformato da Statella che permette ai silani di consolidare la quinta posizione. Si ferma a Siracusa la cavalcata del Catania che dopo 4 vittorie nelle ultime 5 gare si deve arrendere al gol di Scardina che consente agli aretusei di mister Sottil di agguantare i catanesi in classifica a quota 24. Davanti ai due club siciliani ci sono ancora Fondi e Francavilla, due delle belle realtà di questo raggruppamento che pareggiano per 1-1 con botta e risposta fra Alessandro e D’Agostino a salvare i padroni di casa. In zona play-off si mantiene anche la Fidelis Andria di Favarin, che coglie il decimo risultato utile reggendo sul terreno di una Reggina, che al contrario non vince praticamente da due mesi e si ritrova al penultimo posto in coabitazione con Messina e Vibonese. Proprio la Vibonese cade in casa per mano del Taranto che conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato. La formazione di Prosperi chiude la gara nella ripresa con Viola, dopo il vantaggio ottenuto nella prima frazione di gara con Magnaghi. Termina invece a reti bianche la sfida tra Casertana e Catanzaro.

Risultati Girone C, 18/a giornata: Casertana-Catanzaro 0-0, Cosenza-Messina 1-0, Fondi-Virtus Francavilla 1-1, Juve Stabia-Akragas 1-0, Lecce-Paganese 3-1, Melfi-Foggia 1-3, Monopoli-Matera 1-3, Reggina-Fidelis Andria 0-0. Siracusa-Catania 1-0, Vibonese-Taranto 0-2.

Francesco Carbone


Warning: A non-numeric value encountered in /home/ilmedian/public_html/sport.ilmediano.it/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353