CONDIVIDI

All’insegna dell’equilibrio e del segno “X” la settima giornata del Girone C di Lega Pro con ben cinque pareggi, mentre l’unica vittoria in trasferta la mette a segno la Paganese. Prestazione poco brillante della capolista Foggia che non va oltre l’1-1 sul campo del Matera, ma raccoglie comunque un punto importante contro una diretta concorrente. La partita è equilibrata ma poco prima dell’intervallo ci pensa Armellino a rompere gli indugi e sbloccare il match. Nella ripresa i padroni di casa vanno ripetutamente vicini al gol ma all’87’ Mazzeo trova la zampata che vale l’1-1 finale. Con questo pareggio i Satanelli salgono a quota 19 punti, mentre i ragazzi di Auteri si portano al quarto posto a 15 punti in classifica. Il Lecce approfitta del primo pareggio stagionale dei pugliesi per riagganciare i rivali in vetta alla graduatoria. I salentini battono di misura la Reggina in una partita difficile, bloccata e con pochi sbocchi offensivi. Ad inizio secondo tempo l’ottavo centro in campionato di Caturano regala i tre punti ai padroni di casa. La Juve Stabia conferma le proprie ambizioni e il buon momento di forma travolgendo 3-0 la Vibonese e centrando la quinta vittoria in sette turni. Il netto successo delle vespe ha come grande protagonista Francesco Ripa che grazie alla sua tripletta lancia la sua squadra in terza posizione a sole tre lunghezze dal duo di vertice Lecce-Foggia. Vittoria in pieno recupero, invece, per il Cosenza contro la Virtus Francavilla: i silani vincono 1-0 (dieci punti nelle ultime quattro giornate) una partita scialba e con pochissime occasioni, risolta nel finale da Gambino, ma pochi minuti dopo l’arbitro assegna un rigore alla Virtus e poi torna sui propri passi su segnalazione dell’assistente.

foggia

La Casertana perde terreno dal Cosenza ed è fermata sullo 0-0 in casa dalla Fidelis Andria in una gara noiosa e con rarissime azioni da gol. Quinto risultato utile consecutivo per i campani (tre vittorie e due pareggi), mentre la Fidelis raccoglie un ottimo punto fuori casa, che fa bene al morale. Il Monopoli consolida il buono stato stato di forma e raccoglie il primo successo casalingo della stagione: al “Veneziani”, i biancoverdi superano 1-0 il Fondi, salendo così a quota 11 in classifica. Seconda sconfitta in campionato per gli ospiti, bloccati a 8 punti. Match divertente e ricco di emozioni che si sblocca nella prima frazione di gioco grazie al sigillo decisivo di Montini. Termina a reti bianche la sfida tra Taranto e Catania con i padroni di casa che mantengono la loro imbattibilità casalinga. Seconda vittoria consecutiva per la Paganese nelle ultime tre giornate: gli azzurrostellati espugnano 2-0 il campo del Messina e risalgono la china, mentre i siciliani sono in piena crisi. La Paganese al 27′ passa in vantaggio con Degli e all’82’ Longo chiude i conti al termine di un perfetto contropiede. Il match salvezza tra Melfi e Siracusa finisce 2-2 con la squadra di casa che va avanti due volte ma gli ospiti riescono a reagire ogni volta. I lucani sbloccano con un bel colpo di testa di De Vena, i padroni di casa insistono, ma i siciliani firmano l’1-1 al 57′ con un tap-in di Catania. E’ ancora De Vena a riportare il sorriso in casa gialloverde, al 74′: sembra fatta, ma a due minuti dalla fine il Siracusa impatta grazie alla zampata di Dezai. Senza reti, invece, il confronto all’”Esseneto” di Agrigento tra Akragas e Catanzaro: un punto che, anche se sta stretto, restituisce un po’ di serenità ai calabresi.

Girone C, 7/a giornata: Akragas-Catanzaro 0-0, Casertana-Fidelis Andria 0-0, Cosenza-Virtus Francavilla 1-0, Juve Stabia-Vibonese 3-0, Lecce-Reggina 1-0, Matera-Foggia 1-1, Melfi-Siracusa 2-2, Messina-Paganese 0-2, Monopoli-Fondi 1-0, Taranto-Catania o-o.

Francesco Carbone