CONDIVIDI

image

Beffa finale per l’Islanda che viene raggiunta all’ultimo minuto dall’Ungheria grazie a un’autorete. Tutto aperto per il passaggio turno.
Primi minuti subita pericolosa l’Islanda che fisicamente devasta l’Ungheria. I magiari però non si fanno attendere e usano la velocità sugli esterni per creare problemi alla difesa islandese. La prima occasione importante arriva al 30′ con Gurdusson che solo davanti a Kiraly si fa ipnotizzare dal portiere esperto ungherese. I magiari rispondono subito con Kleinhsleid con un cross che diventa un tiro pericoloso per la porta di Halldorsson. Al 38′ cambia la partita: Kiraly manca l’uscita e provoca il calcio di rigore. Sul dischetto va Sigurdsson che non sbaglia e porta in vantaggio per la prima volta nella sua storia l’Islanda.
Nel secondo tempo l’Ungheria si scopre e l’Islanda rischia di raddoppiare con Sightorsson ma il suo colpo di testa sfiora la traversa. Nel finale arriva il pari dell’Ungheria: cross al centro di Dszuskak per Szalai ma Saervarsson anticipa e infila la palla nella sua porta facendo esplodere il popolo magiaro.
Al 3 minuto di recupero occasione per l’Islanda con una punizione dal limite con Gudjonsen che sbaglia e sancisce il pari che porta l’Ungheria quasi agli Ottavi.