CONDIVIDI

Dura un tempo la resistenza irlandese, poi Lukaku e Witsel abbattono con i picconi il muro verde. Il Belgio travolge l’Eire 3-0 e conquista i primi 3 punti all’Europeo. Le critiche dopo il deludente esordio sono acqua passata, i Diavoli rossi tornano a far paura e ritrovano finalmente Lukaku, autore di una doppietta. Si complica il cammino dell’Irlanda: il passivo pesante potrebbe costare caro in ottica qualificazione.

MURO VERDE- Qualche novità nello schieramento belga: Nainggolan parte dalla panchina,  a centrocampo confermati  Dembélé e Witsel, avanti il trio offensivo Hazard-Carrasco-De Bruyne a supporto di Lukaku. L’Irlanda si schiera invece con un 4-4-1-1: unica punta Shane Long supportato da Wes Hoolahan. Avvio aggressivo del Belgio, in cerca di riscatto dopo lo scivolone all’esordio. Primo brivido al 12′: Alderweireld spizza di testa il pallone che attraverso lo specchio della porta e si spegne sul fondo. Altro pericoloso per la porta di Randolph al 16′: punizione tagliata di De Bruyne, nessuno taglia e la sfera sfila fuori. L’ occasione più  clamorosa capita sui piedi di Hazard: cross di De Bruyne, sponda di Lukaku per l’esterno del Chelsea che tutto solo spara in curva. E l’Irlanda? Poco o niente. Tanto pressing in mezzo al campo, ma zero conclusioni a rete. Al 28′ De Bruyne sveste per un attimo i panni di assist-man e prova a far tutto da solo: conclusione dai 25m. bloccata da Randolph. Sul finire di tempo, ancora in azione le torri di Wilmots: calcio d’angolo di Carrasco, svetta Alderweireld, sembra fatta ma Hoolahan, salva tutto sulla linea. Passa un minuto e Vertonghen in acrobazia non trova la porta. E’ l’ultima occasione della prima frazione di gioco che si chiude a reti inviolate.

LUKAKU SBLOCCA- Belgio subito in vantaggio dopo 4′ dalla ripresa: contropiede micidiale, guidato da De Bruyne, assist al bacio per Lukaku che controlla e spedisce la palla nell’angolino. Cambia il copione del match: l’Irlanda non può più limitarsi ad aspettare. Al 58′ Brady controlla in area e scarica in porta, Vermaelen mura la conclusione. La reazione irlandese non si concretizza e il Belgio punisce: al 60′ Carrasco per Meunier, pennellata per l’inserimento aereo di Witsel, stacco e palla in rete. Difesa irlandese pigra e immobile. Quando gioca senza pressione, il Belgio è uno spettacolo per i sensi: velocità, triangolazioni, dribbling. Al 70′ Hazard, in versione Speedy Gonzales, accelera nella prateria irlandese e confeziona per Lukaku un cioccolatino solo da scartare, l’attaccante non si fa pregare e deposita in porta il 3-0. La partita finisce qui. Il Belgio tira un sospiro di sollievo. Sono tornati i Diavoli rossi.

download (15)

 

Mariano Messinese