CONDIVIDI

eder-azerbaijan-italy_15wnzfmxx37pf17cdmzfgmsir4

Siamo agli ottavi di finale. La magia di Eder al 87′ regala la vittoria all’Italia contro la Svezia e azzurri che passano il turno.
Gli azzurri si schierano con Buffon in porta, Barzagli, Chiellini e Bonucci. In centrocampo Florenzi, Candreva, Giaccherini, Parolo e De Rossi. In attacco Pellè e Eder.
Che sia una partita diversa rispetto al Belgio è chiaro fin da subito. Gli svedesi lasciano il possesso palla agli azzurri. Al 8′ Florenzi cerca la percussione interna e prova il tiro ma è intercettato da Granquist. Gli azzurri non ripetono la prestazione contro il Belgio e soffrono sulle palle inattive la fisicità svedese. Non succede nulla se non un tiro altissimo di Guidetti al 39′.
Nel secondo tempo al 3′ arriva il primo tiro in porta dell’Italia con Pellè che calcia sopra la traversa. Conte non è contento e allora cambia: dentro Zaza al posto di Pellè. Al 25′ incredibile errore di Ibrahimovic che solo davanti alla porta sbaglia calciando alto. Al 36 arriva la grandissima occasione per l’Italia: cross di Giaccherini e colpo di testa di Parolo che si stampa sulla traversa.
Nel finale quando la partita sembra finita arriva la svolta: Eder supera 3 difensori tira a giro e fa esplodere gli italiani con il vantaggio azzurro. L’Italia parte in contropiede con Candreva ma Isaksson respinge in angolo.
Nei 3 minuti di recupero non accade nulla e Kassai fischia la fine e il passaggio del turno per l’Italia.