CONDIVIDI

slovacchia
Continua il viaggio de “Il Mediano Sport” verso Francia 2016 con il Girone B. Dopo l’Inghilterra testa di serie e la Russia, oggi è il turno della Slovacchia.

gruppo b

GIRONE – La Slovacchia è inserita nel Gruppo B insieme ad Inghilterra, Russia e Galles. La squadra del ct Kozak dovrà vedersela all’esordio con la sorpresa Galles (11 giugno), quindi sarà il turno della Russia (il 15) e solo in chiusura con l’Inghilterra (20).

storia slovacchia

STORIA – Trionfatrice in finale contro la Germania Ovest ai Campionati Europei UEFA 1976 come parte integrante della Cecoslovacchia, la Slovacchia si è qualificata per la prima volta da nazione indipendente. La nazionale ha impiegato un po’ di tempo per togliersi soddisfazioni da stato indipendente. La gloria è però arrivata al Mondiale FIFA 2010, quando la squadra di Vladimír Weiss non solo ha chiuso in testa il proprio girone, ma ha anche eliminato i detentori dell’Italia con la vittoria per 3-2 nelle fasi finali in Sudafrica. La Slovacchia si è poi qualificata per UEFA EURO 2016 in Francia sotto la guida dell’allenatore Ján Kozák, grazie soprattutto alle sette vittorie conquistate nelle prime sette partite del girone di qualificazione. I primi tre tentativi della nazionali di qualificarsi agli Europei UEFA si sono concluse con un terzo posto, ma i suoi progressi sono stati minati dalle sconfitte casalinghe contro Romania (due volte), Portogallo, Inghilterra e Turchia. La serie casalinga negativa è continuata per UEFA EURO 2008 con i KO contro Repubblica Ceca, Germania e Galles. La squadra di Weiss era piena di ottimismo per le qualificazioni a UEFA EURO 2012, dopo le vittorie consecutive per 1-0 contro ERJ Macedonia e Russia. Eppure, l’incapacità di trovare la rete più di una volta nelle altre dieci partite e la sconfitta casalinga per 4-0 contro l’Armenia, hanno messo un freno a una campagna deludente nelle qualificazioni, chiuse al quarto posto – ma il successo è arrivato quattro anni più tardi, culminato con la vittoria casalinga contro i campioni in carica della Spagna.

slovacchia squadra

SQUADRA – Nella lista dei pre-convocati di mister Kozák figurano alcune conoscenze del calcio italiano. Attualmente sono quattro i calciatori che militano nella nostra Serie A: su tutti Marek Hamsik, il più famoso della rappresentativa slovacca e presenza scontata a questo europeo, con lui il rossonero Kucka, oltre al romanista Gyomber e al sampdoriano Skriniar. Altra vecchia conoscenza del campionato italiano è l’ex Pescara Vladimir Weiss: velocità e dribbling al servizio della sua nazionale, il classe ’89 dopo l’esperienza all’Olympiakos milita ora nell’Al Gharafa in Qatar. In difesa Kozák può contare sull’esperienza di Martin Skrtel, centrale del Liverpool, colosso affidabile e grintoso, da anni protagonista con la selezione slovacca. Il centravanti sarà Adam Nemec, gigante del Willem II, mentre non farà parte della spedizione in terra francese il veterano Robert Vittek: il 34enne non è riuscito a recuperare dall’infortunio che da tempo lo costringe ai box. Il sistema di gioco di Kozak si basa su due linee da quattro uomini, tra difesa e centrocampo, che costituiscono una costante tattica; la variabile è costituita da un uomo che, a seconda degli avversari e delle relative contromisure adottate, può piazzarsi davanti alla difesa nelle vesti di regista basso, per un 4-1-4-1, oppure alle spalle dell’unica punta componendo così un 4-4-1-1. In una formazione molto giovane come quella slovacca tanta corsa, gioco e agonismo possono essere i punti di forza.

hamsik

STELLA – Non c’è dubbio: simbolo, condottiero e uomo su cui l’intera Slovacchia affida le possibilità di fare bella figura all’Europeo è il capitano Marek Hamsik. Il calciatore del Napoli è ora a quota 85 partite in nazionale, dietro solo a Miroslav Karhan che guida la classifica dei più presenti di tutti i tempi con i suoi 107 gettoni. Proprio nella città partenopea nel 2007 arrivò da semplice Marek Hamsik fino a diventare “Marekiaro”, una carriera legata alla compagine campana senza mai tradire i calorosi tifosi del San Paolo. Protagonista di una stagione da incorniciare, il capitano del Napoli contro il Frosinone ha realizzato il gol numero 81 in maglia azzurra, agganciando Maradona al secondo posto nella classifica dei bomber partenopei in Serie A. Per Hamsik quest’anno 38 presenze, 6 gol e 11 assist con la maglia del Napoli in campionato, oltre alle 2 reti in 6 gare di Europa League e a 2 partite disputate in Coppa Italia. Un giocatore da non incastrare negli schemi, vedi l’esperienza con Benitez in panchina, capace di innescare la punta centrale o inserirsi in maniera perfetta per battere i portieri avversari. Ora per il capitano un Europeo da giocare e tanta voglia di stupire con la sua Slovacchia.

PRONOSTICO – Il Gruppo B include le due grandi favorite al passaggio del turno, vale a dire l’Inghilterra di Roy Hodgson e la Russia di Leonid Slutsky. Il Galles di Bale outsider del raggruppamento. Infine c’è la Slovacchia, cenerentola del torneo, la cui massima ambizione sarà, con tutta probabilità, quella di limitare i danni e provare a fare lo sgambetto alle favorite per la qualificazione alla fase seguente.

Francesco Carbone