CONDIVIDI
Fonte internet

Voto 10 a Roberto Mancini:

Epic Brozo (f.i.)
Epic Brozo (f.i.)

Mancini in queste settimane ha avuto tante critiche per il gioco dell’Inter, si diceva che una squadra che segna poco più di un gol a partita non può restare  in alto in classifica; invece dopo la 16° l’inter fa le prove di una mini fuga. Il merito va ovviamente al tecnico che con umiltà ha prima pensato a consolidare le fondamenta della squadra, fatto questo si è poi concentrato sul gioco d’attacco, e anche quello inizia a girare. Solo il tempo ci potrà dire se Mancini è un visionario oppure è solo uno con tanta fortuna, il confine tra meriti e fortuna come sempre è molto sottile.

Voto 9 alla Juventus:

Anche la Fiorentina è caduta, sesta vittoria consecutiva per i bianconeri che si portano a due punti dal secondo posto e a sei dal primo. Uno scenario del genere dopo l’inizio disastroso era difficile da immaginare, ora però la Juve è cambiata rispetto a qualche mese fa, c’è molto più sacrificio in campo, soprattutto da parte dei giovani talenti, Dybala ne è l’esempio.

Voto 8 alla conferma del Bologna:

Il Bologna batte un altro colpo, questa volta in trasferta sul difficile campo di Genoa. Il cambio di Donadoni fin qui è stato l’unico che ha pagato in tutta la serie A, adesso  il Bologna è ben lontano dalla zona retrocessione, e di questo passo ci resterà.

Voto 7 a Maccarone:

Giornata da ricordare per Big Mac, doppietta e assist vincente per Saponara nella vittoria dell’Empoli contro il Carpi. Maccarone è il classico uomo squadra che si sacrifica per i compagni e all’occorrenza la butta anche dentro, Giampaolo è stato bravo perché gli ha affidato le chiavi dell’attacco toscano, questo non era scontato perché con Sarri nella scorsa stagione non era un titolare inamovibile.

Voto 6 allo squillo del Palermo:

Marchetti sconsolato (f.i.)
Marchetti sconsolato (f.i.)

Una vittoria per scacciare via le nubi sulla testa di Ballardini (durerà?), il Palermo ha dunque ritrovato la vittoria e si è distanziato proprio dal Frosinone che attualmente occupa il terz’ultimo posto in classifica.

Voto 5 all’infortunio di Marchetti:

Qualcuno lo ha definito un infortunio Fantozziano, in effetti la definizione appare appropriata. Molto probabilmente il portiere ha accusato uno stiramento, siamo sicuri che dalla prossima volta ci penserà due volte prima di correre all’impazzata per gioire.

Voto 4 al Frosinone di trasferta:

Ennesima sconfitta per la squadra di Stellone, i ciociari lontani dal proprio stadio non riescono proprio a far punti. Se il Frosinone vorrà restare in serie A al termine della stagione urge subito un cambio di passo in trasferta, altrimenti sarà davvero difficile.

Voto 3 al Milan:

Il Milan nemmeno con un Verona ultimo in classifica è riuscito a vincere, Berlusconi si dice stufo di questa situazione, ora nessuno può stare tranquillo a Milanello, partendo dai giocatori e passando poi per Mihajlovic e Galliani. I novanta milioni spesi dal presidente in estate non sono pochi, è giusto pretendere di più, nell’ultimo turno del 2015 ci sarà il Frosinone, il Milan è chiamato per forza di cose alla vittoria.

Voto 2 all’harakiri della Lazio:

La Lazio era li ad un passo dalla vittoria, al 92’ con la palla tra i piedi tutto sembrava già scritto, invece i biancocelesti in maniera sciagurata hanno regalato palla alla doria, il finale è poi noto a tutti. Pioli poco ci può fare in una situazione del genere, i suoi giocatori hanno gettato via tre punti d’oro, eppure la Lazio aveva anche giocato una buona partita, evidentemente non basta.

Voto 1 a Diego Perotti:

Il talento argentino ci ricasca, altra gomitata a palla lontana con conseguente rosso diretto. C’è pero da segnalare che per il Genoa è l’ottava espulsione in sedici giornate, praticamente una ogni due partite. Tornando al talento argentino, in estate si è parlato molto di lui in sede di mercato, evidentemente il mancato cambio di maglia non lo fa stare tranquillo, la società potrebbe dunque fargli cambiare aria nel mercato di riparazione.

Vincenzo Torino