CONDIVIDI

Dopo le partite di recupero infrasettimanali (Benevento-Messina 0-0 e Monopoli-Catania 1-2), tornano in campo le squadre per la quarta giornata del girone c di lega pro.
Il Lecce non convince e si salva in extremis sul campo del Martina Franca ottenendo il secondo pareggio stagionale. I padroni di casa sbloccano il match nel primo tempo con un bel colpo di testa di Franchini. Nella ripresa i salentini restano in dieci a causa dell’espulsione di Papini, e proprio quando la situazione sembra irrecuperabile, arriva al 90′ il pari di Vecsei che fredda il portiere avversario. Termina 0-0 la sfida fra Casertana e Matera , ma per gli ospiti è un punto d’oro. Il buon primo tempo giocato dalla squadra biancoazzurra è macchiato solo dall’espulsione per due gialli rimediati da Zanchi, mentre nel secondo tempo a completare il quadro si mette il rigore parato da Bifulco a De Angelis. Con questo punto i campani salgono a quota 8 in classifica mentre per il Matera si tratta di un punto che fa morale dopo due sconfitte consecutive. Pareggio beffa per la Juve Stabia: Migliorini porta avanti le vespe, ma la Paganese acciuffa la Juve Stabia proprio all’ultimo respiro grazie a Gurma che regala il clamoroso pari agli ospiti.

bene

La Lupa Castelli inciampa allo “Scopigno” e fallisce l’appuntamento con la vittoria casalinga. Contro il Monopoli finisce 3-2 e per i pugliesi si tratta della prima vittoria stagionale dopo le sfide interne con Messina e Catania. Gambino sblocca il match e porta avanti i biancoverdi, ma la Lupa reagisce e dopo aver sfiorato più volte il pareggio lo trova con un sinistro di capitan Colantoni, ma prima della fine della prima frazione di gioco Morbidelli firma il 2-1 per i locali. La ripresa è ancora più spettacolare: la Lupa resta in dieci a causa dell’espulsione di Petta e Pinto, su rigore firma il 2-2. La superiorità numerica si fa sentire e nel finale il Monopoli passa in vantaggio con Romano che realizza il definitivo 3-2. Sconfitta con tanti rimpianti per la Fidelis Andria che esce con molta delusione dalla sfida casalinga contro il Benevento. I giallorossi dopo una partita combattuta fino alla fine conquistano tre punti importantissimi grazie a Ciciretti che al 94′ batte col sinistro il portiere Poluzzi. Dopo un pari e una sconfitta l’Akragas di Nicola Legrottaglie vince la sua prima partita in Lega Pro regolando 2-0 un Catanzaro in piena crisi con un punto in quattro partite. L’1-0 arriva già al 5′ con Di Piazza che si ripete al 43′ realizzando una doppietta. Sono bastate tre partite al Catania di Pancaro per annullare i 9 punti di penalità: contro l’Ischia termina 4-2 per gli etnei che si confermano una delle compagini più forti di lega pro. La gara si gioca su ritmi paurosi ed è molto divertente. In 6 minuti succede di tutto. Prima il vantaggio del Catania con la rete di Calderini, ma in due minuti l’Ischia tira un uno-due terrificante ai rossazzurri e pareggia con un tiro da fuori di Izzillo, per poi passare in vantaggio su calcio di rigore, trasformato da Mancino. Le emozioni non finiscono e al 17′ Russotto firma il pareggio con una splendida punizione a giro. Passa poco tempo e prima dello scadere della prima frazione di gioco arriva la terza rete dei rossoblù grazie ad un colpo di testa di Pelegatti. Il definitivo 4-2 porta la firma di Calil. Prima vittoria stagionale del Messina che si impone 2-0 sul Cosenza grazie ad una doppietta di Cocuzza.

Risultati:
Martina Franca-Lecce 1-1;
Casertana-Matera 0-0;
Foggia-Melfi 1-0;
Juve Stabia-Paganese 1-1;
Fidelis Andria-Benevento 0-1;
Lupa Castelli Romani-Monopoli 2-3;
Akragas-Catanzaro 2-0;
Catania-Ischia 4-2;
Messina-Cosenza 2-0

Francesco Carbone