CONDIVIDI

Dopo le prime due giornate in cui sono state rinviate diverse gare, nella terza giornata scendono in campo tutte le squadre del girone C di lega pro. Per Catania e Messina si tratta dell’esordio in campionato dopo le vicissitudini estive.

Seconda vittoria stagionale dell’Ischia che conferma i pronostici e batte 2-0 il Martina Franca. Con un gol per tempo gli isolani superano i pugliesi: al 28′ da un cross di Mancino nasce il gol di Kanoute che di testa batte il portiere avversario e nella ripresa Mancino sfrutta un contropiede dei suoi e realizza il raddoppio. Il Lecce non riesce ad andare oltre l’1-1 casalingo con la Casertana e rimanda ancora il primo successo al “Via del Mare”.Lecce, un gran carattere non basta per i tre punti. Ospiti in vantaggio su autogoal di Freddi che devia nella propria porta un tiro-cross di De Marco al 32′. La reazione dei giallorossi non tarda ad arrivare e al 40′ Surraco, con un super gol da fuori area, firma il pareggio. Il Catania inizia con una vittoria il suo cammino in lega pro. Pur senza brillare, i rossoazzurri espugnano 1-0 Matera e portano a casa tre punti fondamentali per cominciare a scalare la montagna della penalizzazione. A firmare il gol che decide l’incontro è Scarsella nel primo tempo. Monopoli e Messina, dopo il rinvio dei primi due incontri, iniziano con un punto ciascuno: allo stadio “Veneziani” termina 1-1. Gli ospiti restano in dieci uomini dal 25′ del secondo tempo per l’espulsione del difensore Burzigotti. I padroni di casa ne approfittano trovando il vantaggio con Antonio Croce all’82’, ma il portoghese Diogo Tavares replica nel recupero con un’incornata vincente in mischia. Il Cosenza pareggia 0-0 in casa con l’Akragas. Diverse occasioni da rete durante la partita ma nessuna delle due compagini è riuscita a concretizzare quanto creato. La squadra calabrese, così, resta imbattuta e sale a quota 4 punti, mentre per i ragazzi di Nicola Legrottaglie arriva il primo punto in Lega Pro.

ischjia

Importante successo esterno della Juve Stabia che supera 2-1 in rimonta il Catanzaro e conquista così i primi tre punti di questo campionato. Il terreno pesante e le condizioni ambientali fanno si che il match è tirato sin dall’inizio. I padroni di casa passano in vantaggio poco prima della fine del primo tempo con Razzitti, bravo a insaccare con un tap-in. Nella ripresa i campani sono più vivaci e risalgono la china: prima pareggiano al 52′ con Ripa e poi ribaltano il risultato a cinque minuti dal novantesimo con Gomez. Melfi e Lupa Castelli Romani si dividono la posta in palio pareggiando 1-1 al “Valerio”. La matricola laziale porta via un punto che conferma quanto di buono messo in mostra contro il Benevento mentre il Melfi non riesce a trovare la seconda vittoria consecutiva in casa. I padroni di casa sbloccano il match al 40′ con Giacomarro, ma nella ripresa gli ospiti pareggiano con la zampata vincente di Petta. Il Benevento trova il suo primo successo in questo campionato battendo 1-0 il Foggia, portandosi a quattro punti in classifica.Seconda sconfitta invece dei rossoneri e solo un punto in graduatoria. A decidere il match è un gol realizzato dopo una manciata di secondi dal fischio d’inizio da Lucioni, bravo ad insaccare di testa dopo un’uscita sbagliata di Narciso. La Paganese vola al primo posto a quota 7 punti grazie ad una doppietta di Caccavallo che piega l’altra capolista Fidelio Andria. A nulla serve nel finale il gol della bandiera di Fissore.

Risultati:
Ischia-Martina Franca 2-0
Matera-Catania 0-1
Cosenza-Akragas 0-0
Benevento-Foggia 1-0
Lecce-Casertana 1-1
Monopoli-Messina 1-1
Catanzaro-Juve Stabia 1-2
Melfi-Lupa Castelli Romani 1-1
Paganese-Fidelis Andria 2-1

Francesco Carbone